PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

Assoreti, ancora Fideuram in cima al podio della raccolta di maggio

03 Luglio 2018 · Livia Caivano

  • La raccolta in forma di liquidità è positiva per 1,2 miliardi di euro ma in calo del 18,8%

  • Clienti primi intestatari dei contratti: 4,133 milioni

Raccolta positiva per i consulenti finanziari: secondo Assoreti cresce del 28,5% nel mese di maggio e si attesta a quota 3,3 miliardi

I dati di Assoreti indicano che a maggio la raccolta netta è positiva per le reti dei consulenti finanziari abilitati all’offerta fuori sede. E’ pari a 3,3 miliardi di euro e registra un incremento del 28,5% rispetto al mese di aprile.

  • investimenti netti sui prodotti del risparmio gestito: 1,6 miliardi di euro

in crescita del 9,6% per effetto della raccolta dei prodotti assicurativi

  • investimenti sui prodotti in regime amministrato: 1,7 miliardi di euro

in crescita del 53,2% grazie a titoli di Stato e azioni

  • investimenti nel comparto assicurativo – previdenziale: 1,4 miliardi di euro

un valore più che raddoppiato rispetto al mese precedente

Crescono tutte le tipologie di prodotti assicurativi ma assumano maggiore incisività le unit linked: 767 milioni di euro (in crescita del 263,8%).

Le polizze vita tradizionali: 264 milioni (in crescita del 81,0%). Prodotti multi-ramo registrano flussi di raccolta netta 281 milioni (in crescita del 25,0%). La raccolta netta realizzata attraverso la distribuzione diretta di quote di Oicr è positiva per 464 milioni di euro ma cala del 40,6%. Le risorse confluite sulle gestioni collettive di diritto estero sono pari a 502 milioni di euro mentre il bilancio mensile degli Oicr di diritto italiano è negativo per 32 milioni di euro. Così il saldo delle movimentazioni sulle gestioni patrimoniali, a -240 milioni di euro: i disinvestimenti riguardano principalmente le Gpm (-181 milioni) ma anche le Gpf (-59 milioni).

Il contributo mensile delle reti al sistema di Oicr aperti, attraverso la distribuzione diretta e indiretta di quote, si attesta a 1,5 miliardi di euro e si confronta con i disinvestimenti netti realizzati nel complesso dagli altri canali distributivi (-3,8 miliardi). Da inizio anno l’apporto delle reti sale quindi a 6,8 miliardi di euro, pari al 75,3% degli investimenti netti complessivi realizzati sulle gestioni collettive aperte (9,0 miliardi di euro).

La raccolta netta realizzata sui titoli in regime amministrato è di 501 milioni di euro: gli acquisti prevalgono sui titoli di Stato (raccolta netta superiore al miliardo) e sui titoli azionari (377 milioni), mentre sulle altre tipologie di strumento finanziario c’è una maggiore incidenza degli ordinativi di vendita. La raccolta di risparmio sotto forma di liquidità è positiva per 1,2 miliardi di euro (- 18,8%).

Il podio delle reti

Primo in classifica il gruppo Fideuram che a maggio raccoglie oltre 1,7 miliardi, di cui 969 in risparmio gestito: in totale 4,5 miliardi da inizio anno. Segue al secondo posto il gruppo Banca Generali con grande distacco, con una raccolta di 600 milioni nel mese di maggio, 2,6 miliardi in totale da gennaio. Medaglia di bronzo per il gruppo FinecoBank con 596 milioni e 2,6 miliar

Livia Caivano
Livia Caivano
VUOI LEGGERE ALTRI ARTICOLI SU:
Se non vuoi mancare aggiornamenti importanti per te, registrati e segui gli argomenti che ti interessano.