PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

Anima, nel primo semestre la raccolta netta è negativa

02 Agosto 2018 · Redazione We Wealth

  • Utile netto consolidato: 70,1 milioni

  • Ricavi totali consolidati: 169,5 milioni

  • Raccolta netta: negativa per 0,4 miliardi 

  • Masse in gestione: 92,6 miliardi circa

La raccolta netta di Anima nel primo semestre 2018 è negativa per circa 0,4 miliardi di euro. Secondo quanto riportato in un comunicato del Gruppo, il dato è penalizzato dai disinvestimenti di un unico soggetto istituzionale

Le masse in gestione totali di Anima Holding a fine giugno diminuiscono del 2% e si attestano a circa 92,6 miliardi di euro, dai 94,4 miliardi di euro di fine 2017

Grandezze economiche

Le commissioni nette di gestione raggiungono quota 139,7 milioni di euro in crescita del 35% rispetto ai 103,6 milioni di euro di giugno 2017. Le commissioni di incentivo sono pari a 18 milioni, a fronte dei 3,7 milioni dello stesso periodo nel 2017. In questo modo i ricavi totali si attestano a 169,5 milioni di euro, in aumento del 42% rispetto ai 119,3 milioni di giugno dell’anno scorso. I costi operativi ordinari, escludendo dai ricavi netti le commissioni di incentivo, sono stati di 43,7 milioni di euro, in crescita rispetto ai 33,4 milioni del 2017. Il rapporto fra costi e ricavi netti complessivi si è attesta al 28,8%.

L’utile pre tasse aumenta del 34% eraggiunge 97,7 milioni di euro, mentre l’utile netto si attesta a 70,1 milioni di euro, in crescita del 38% rispetto ai 50,6 milioni del primo semestre scorso. L’utile netto normalizzato è stato invece di 86,5 milioni, in aumento del 44% rispetto ai 60 milioni di euro del 2017.

Il conto economico è il primo a tenere conto del consolidamento dei dati economici di Aletti Gestielle Sgr. Il primo consolidamento delle attività della Sgr è avvenuto infatti con riferimento ai soli valori patrimoniali al 31 dicembre 2017, in pratica coincidenti con i valori alla data di acquisizione, che risale al 28 dicembre 2017.

 

Foto di Marco Carrei in abito blu e cravatta azzurra
Marco Carreri - amministratore delegato Anima Holding

“I risultati del primo semestre confermano la nostra elevata focalizzazione su generazione di cassa e redditività, pur in un contesto di elevata volatilità e accresciuta incertezza del quadro macro-economico che hanno, negli ultimi mesi, condizionato le dinamiche commerciali nostre come del resto dell’industria – commenta Marco Carreri, amministratore delegato di Anima Holding – Guardando al secondo semestre, siamo fiduciosi di poter continuare nel percorso di crescita organica e ci aspettiamo dati di raccolta netta positivi ed in miglioramento rispetto al primo semestre anche alla luce degli accordi stipulati negli ultimi mesi e, quindi, non ancora a pieno regime”.

Redazione We Wealth
Redazione We Wealth
VUOI LEGGERE ALTRI ARTICOLI SU: