PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

Ricchezza: ecco i Top 300

Ricchezza: ecco i Top 300

Salva
Salva
Condividi
Giorgia Pacione Di Bello
Giorgia Pacione Di Bello

29 Novembre 2019
Tempo di lettura: 2 min
Tempo di lettura: 2 min
Salva
  • Nella classifica di quest’anno sono entrati Sergio Ermotti, numero uno di Ubs, e la famiglia Siccardi

  • Negli ultimi 30 anni il patrimonio è più che triplicato. A partire dalla crisi finanziaria del 2008 la crescita è stata esponenziale e costante

In Svizzera i ricchi sono sempre più ricchi. Secondo l’ultima classifica stilata da Bilanz la ricchezza dei paperoni è aumentata del 4% rispetto al 2018

 

In Svizzera la ricchezza continua a crescere sempre di più. Le 300 persone più facoltose residenti nella Confederazione Elvetica possiedono 702 miliardi di franchi. Dato in crescita di 27 miliardi (+4%) rispetto al 2018. Significa dunque che in media questi soggetti hanno 2,3 miliardi di dollari nel loro portafoglio. A dirlo è l’ultima classifica: “Top 300” stilata da Bilanz, che ha visto quest’anno entrare in classifica la famiglia Siccardi e Sergio Ermotti, il numero uno di Ubs.

La prima classifica Bilanz è stata stilata nel 1989 e allora il patrimonio medio era di 660 milioni. Nel corso di 30 anni questo si è più che triplicato. Nel 2019 si è verificato un ulteriore balzo in avanti, dovuto al buon andamento dei mercati finanziari, spiega l’analisi (nel 2018 il patrimonio dei 300 salì di 1,7 miliardi, mentre nel 2019 si è verificata una crescita di 27 miliardi). Dalla crisi finanziaria in avanti gli individui ad alto reddito hanno visto il loro patrimonio crescere costantemente: più 28 miliardi all’anno in media.

Non è tutto oro quello che luccica. Il 10% dei paperoni si è infatti trovato ad avere meno denaro rispetto al 2018 e ¾ hanno visto il loro patrimonio rimane stabile. Rimane dunque solo un 16% che ha visto la sua ricchezza crescere. E 18 miliardi dei 27 di progressione 2019 sono andati in tasca ai primi dieci della classifica. Questi controllano insieme 221 miliardi.

E dunque chi si trova in vetta alla classifica?

In testa alla graduatoria ci sono gli eredi con passaporto svizzero del fondatore di Ikea, Ingvar Kamprad, con un patrimonio di circa 55 miliardi. Al secondo posto figurano le famiglie Oeri e Hoffmann, eredi dell’impero Roche, con 27 miliardi, al terzo (nuovo sul podio) Gérard Wertheimer, grande azionista di Chanel, con 23 miliardi (crescita folgorante, +8 miliardi nel 2018 e +5 miliardi nel 2019).

Per entrare nella classifica Top 300 bisogna avere un patrimonio minimo di 100 milioni di franchi.  Quest’anno le porte si sono aperte per tredici nuove persone. Fra queste anche il presidente della direzione di Ubs Sergio Ermotti, uno dei manager più pagati d’Europa, che è entrato con 125 milioni. Ben più consistente è la sostanza della famiglia Siccardi, che nel 2019 ha portato in borsa l’impresa Medacta di Castel San Pietro. Bilanz stima un patrimonio paria a 1,75 miliardi e la inserisce al 107esimo posto

Giorgia Pacione Di Bello
Giorgia Pacione Di Bello
Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU: Private Banking Europa Ubs