PREVIOUS ARTICLENEXT ARTICLE

Private banking Mediobanca: arriva un nuovo fondo che guarda agli illiquidi

Private banking Mediobanca: arriva un nuovo fondo che guarda agli illiquidi

Salva
Salva
Condividi
Giorgia Pacione Di Bello
Giorgia Pacione Di Bello

30 Settembre 2019
Tempo di lettura: 2 min
Tempo di lettura: 2 min
Salva
  • Il nuovo fondo sarà distribuito da Mediobanca private banking fino al 29 ottobre 2019 e offre soluzioni di investimento su asset class illiquide

  • I fondi Mediobanca private markets rappresentano un unicum in Italia dove gli investimenti in strumenti illiquidi sono sottodimensionati

Mediobanca private banking e Russell investments lanciano il fondo “Mediobanca private markets fund II”. Questo segue il “Mediobanca private markets I” che ha raccolto 135 milioni di euro

Al via un secondo fondo dedicato ai clienti private per investire in strumenti illiquidi. Russell Investments e Mediobanca private banking annunciano dunque il lancio del Mediobanca private markets fund II, comparto di Russell investments alternative investment sicav, che amplia ulteriormente l’offerta in investimenti illiquidi dedicati alla clientela private. La creazione di questa seconda versione del fondo fa seguito al successo ottenuto con Mediobanca Private Markets Fund I, che nel periodo di collocamento ha raccolto 135 milioni di euro.

Il nuovo fondo, sviluppato dalla statunitense Russell Investments e distribuito in esclusiva da Mediobanca private banking fino al 29 ottobre 2019, e offre una soluzione di investimento integrata e diversificata su asset class illiquide, destinate non più solo alla clientela istituzionale, ma anche a quella private.

I fondi Mediobanca private markets rappresentano un unicum in Italia dove ancora, a differenza di altri mercati come quello statunitense, gli investimenti in strumenti illiquidi sono sottodimensionati, e permettono anche agli investitori private di accedere ad asset class tipiche della clientela istituzionale – come private equity, private debt, real assets e venture capital – attraverso una ampia diversificazione in termini di strategie e geografie.

“Tassi bassi o negativi e mercati azionari con multipli elevati fanno riflettere sull’opportunità di sacrificare la liquidità e liquidabilità dello strumento, allungando l’orizzonte temporale – commenta Theo Delia-Russell, Deputy head di Mediobanca private banking e head of products&services. Ora è possibile investire in asset reali attraverso i “club deal” o attraverso esposizione ad asset privati. Il risultato di raccolta della nostra precedente iniziativa “Mediobanca Private Markets Fund I” ha premiato questa coralità di attività, ma soprattutto ci ha garantito un posizionamento distintivo e un vantaggio competitivo unico per il futuro”.

Anche per il Mediobanca private markets fund II, il gestore del fondo continuerà ad essere Russell Investments, che metterà a disposizione della clientela private di Mediobanca le proprie capacità specialistiche e le relazioni esclusive con i fondi più prestigiosi a livello globale, altrimenti inaccessibili.

“Riteniamo che un approccio diversificato abbinato ad un programma d’investimento dilazionato nel tempo, possa fornire maggior valore al portafoglio degli investitori – spiega Luca Gianelle, managing director per l’Italia di Russell Investments. Russell Investments è stato pioniere nella gestione multimanager sin dagli anni ’80 e la stessa logica continua ad essere applicata nella costruzione di soluzioni cosiddette illiquidite con l’identificazione delle strategie più interessanti a livello globale, nelle quali il valore della ricerca, della consulenza e della gestione rappresenta ancora un elemento distintivo”.

“Il nostro approccio – conclude Delia-Russell– è basato su un’architettura aperta con l’obiettivo di raggiungere migliori rendimenti netti rapportati al giusto rischio. Riteniamo che riuscire a selezionare opportunamente gestore, strategia e mercato, sia la chiave per aggiungere valore ai portafogli nel lungo termine”.

Giorgia Pacione Di Bello
Giorgia Pacione Di Bello
Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU:Private BankingMediobanca