PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

Julius Bär pronta a vendere Kairos

Julius Bär pronta a vendere Kairos

Salva
Salva
Condividi
Livia Caivano
Livia Caivano

13 Dicembre 2018
Tempo di lettura: 3 min
Tempo di lettura: 3 min
Salva
  • Dopo aver rilevato il 20% nel 2013, Julius Bär è salita nel 2016 all’80% di Kairos Sgr

  • Risale a meno di 12 mesi fa invece il controllo totale al 100%

  • Ora, sarebbe pronta a vendere: a Goldman Sachs il compito di trovare i potenziali acquirenti

Julius Bär è entrata in Kairos in punta di piedi nel 2013, per poi arrivare a prenderne il controllo totale in cinque anni: ora secondo fonti di stampa sarebbe prossima alla vendita. Secondo le stime, Kairos sgr vale quasi 500 milioni di euro

Julius Bär e Kairos hanno rifiutato di commentare, ma voci di stampa danno per certo che la sgr fondata da Paolo Basilico nel 1999 verrà presto messa in vendita. L’evoluzione della strategia internazionale della banca svizzera da 400 miliardi in gestione e più di 8 miliardi di franchi svizzeri in capitalizzazione, stando a quanto riportato da Milano Finanza, prevede di dire addio a Kairos.

La scalata di Julius Bär è iniziata nel 2013 con l’acquisizione del 20% della sgr: tre anni dopo la quota è quadruplicata permettendo all’istituto svizzero di prendere il controllo fino ad arrivare al 100% nel gennaio 2018. L’operazione di vendita, rientrerebbe – riporta MF – a una “più complessiva rivisitazione della presenza in ambito europeo e internazionale”. Il dossier sarebbe stato preso in carico da Goldman Sachs, che ha avviato un sondaggio per cercare potenziali interessati.

Paolo Basilico in bianco e nero
Paolo Basilico - fondatore e amministratore delegato Kairos sgr

Valutazione

Basandosi sul valore dell’ultima transazione conclusa dal socio di controllo nello scorso gennaio, oggi Kairos varrebbe circa 480 milioni di euro. Julius Bär, infatti, per rilevare l’ultimo 20% dagli altri soci, aveva pagato 96 milioni. L’ultimo bilancio disponibile, del 2017 – prosegue MF – riporta per la sgr commissioni nette per 122,8 milioni, un utile di 44 milioni e masse per 9,3 miliardi di euro. Il dividendo distribuito ai soci è stato pari a 43,9 milioni. Si parla poi di asset under management per circa 11 miliardi, commissioni nette per 199 milioni e profitti per 59,3 milioni. Questi numeri hanno garantito al gruppo Julius Bär una cedola di 20 milioni.

Livia Caivano
Livia Caivano
Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU: Private Banking Julius Bär