PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

Intesa Sanpaolo, tre nuovi sedi per la clientela private

Intesa Sanpaolo, tre nuovi sedi per la clientela private

Salva
Salva
Condividi
Redazione We Wealth
Redazione We Wealth

26 Febbraio 2019
Tempo di lettura: 2 min
Tempo di lettura: 2 min
Salva
  • Il cliente private avrà a disposizione un team composto da 18 professionisti: responsabile di sede, private banker, personale operativo ed amministrativo

  • Il modello di servizio è infatti costruito per integrare e supportare competenze intersettoriali, condividendo le best practice di gruppo e proponendo soluzioni di asset management e private insurance

Intesa Sanpaolo apre tre nuove sedi locali, destinate esclusivamente alla clientela private. In questo modo salgono a 10 le sedi territoriali per gli High net worth individual

Tre nuovi sedi dedicate alla clientela private a Novara, Genova e Cuneo. Intesa Sanpaolo private banking rafforza la propria presenza territoriale, ampliando, il numero di filiali territoriali già attive in Italia (Milano, Torino, Bologna, Firenze, Roma e Napoli). Grazie ad un’organizzazione più diffusa sul territorio, sarà possibile servire e sviluppare i clienti di più elevato standing che non gravitano necessariamente sui maggiori centri urbani, con un team composto da 18 professionisti: responsabile di sede, private banker, personale operativo ed amministrativo.

Insieme alle strutture di direzione, metteranno a disposizione degli investitori le migliori competenze della divisione private banking e dell’intero gruppo Intesa Sanpaolo. La clientela private per Intesa Sanpaolo risulta essere particolarmente rilevante per l’istituto di credito.

Stando agli ultimi dati gli high net worth individual (hnwi) sono pari al 15% e rappresentano quasi la metà dei 99 miliardi di euro di masse amministrate da Intesa Sanpaolo private banking. Oltre alle 127 sedi distribuite su tutto il territorio italiano, la banca può contare sulle sette filiali dedicate esclusivamente alla clientela Hnwi, alle quali si aggiungono, ora, tre nuovi uffici a Cuneo, Novara e Genova.

Il modello di servizio è infatti costruito per integrare e supportare competenze intersettoriali, condividendo le best practice di gruppo e proponendo soluzioni di asset management, private insurance, corporate & investment banking, servizi fiduciari e portafogli specializzati, anche nei comparti alternativi.

“Confermando la scelta di puntare su centri di eccellenza, distribuiti in Italia in modo sempre più capillare – afferma Saverio Perissinotto, direttore generale di Intesa Sanpaolo private banking – riteniamo di poter rispondere ancor più efficacemente alle specifiche necessità di tutela del patrimonio complessivo dei clienti di fascia alta. Grazie alla crescente collaborazione tra banker sul territorio e professional di sede, riusciremo a proporre un servizio di elevata qualità, volto a consolidare e a sviluppare nel tempo la relazione con il cliente e l’intero gruppo famigliare, anche in ottica intergenerazionale. Una scelta che ci ha premiato anche nel 2018 quando, su un totale di masse amministrate da Intesa Sanpaolo private banking pari a 99,1 mld, il comparto Hnwi ha rappresentato il 47%, con circa 5.000 gruppi familiari serviti”.

Saverio Perissinotto

Redazione We Wealth
Redazione We Wealth
Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU: Private Banking Intesa Sanpaolo