PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

Intesa Sanpaolo, nel I° trimestre 232 mln di utili dal private banking

Intesa Sanpaolo, nel I° trimestre 232 mln di utili dal private banking

Salva
Salva
Condividi
Francesca Conti
Francesca Conti

07 Maggio 2019
Tempo di lettura: 3 min
Tempo di lettura: 3 min
Salva
  • Il private banking di Intesa Sanpaolo ha registrato nel primo trimestre un utile netto di 232 milioni, in calo del 4,1% rispetto ai primi tre mesi del 2018

  • La divisione asset management registra un risultato netto pari a 117 milioni, in crescita del 4% sul quarto trimestre 2018, ma in calo del 3,3% rispetto al risultato dei primi tre mesi del 2018

  • L’ammontare di risparmio gestito del gruppo è pari a 341 miliardi, in crescita del 3,2% rispetto al 31 dicembre 2018

  • La raccolta amministrata è pari a 172 miliardi, in aumento del 4,3% rispetto al 31 dicembre 2018 e in diminuzione del 3,6% sullo stesso periodo del 2018

Il private banking di Intesa Sanpaolo nei primi tre mesi del 2019 mette a segno un aumento di quasi il 30% rispetto al quarto trimestre 2018. Ma la divisione, insieme all’asset management, frena rispetto allo stesso periodo dello scorso anno

Il private banking di Intesa Sanpaolo cresce nel 1° trimestre del 2019 rispetto al 4° trimestre del 2018, ma (insieme all’asset management) non riesce a tenere il ritmo dei primi tre mesi dello scorso anno. Il settore relativo ai clienti private e High net worth individuals tra gennaio e marzo 2019 ha registrato infatti un risultato netto pari a 232 milioni, in aumento del 29,8% rispetto a 179 milioni del quarto trimestre 2018. Al contempo il settore ha segnato un calo del 4,1% rispetto a 242 milioni del primo trimestre 2018. Andamento simile per la divisione asset management, che chiude il primo trimestre dell’anno con un risultato netto pari a 117 milioni, in crescita del 4% rispetto a 112 milioni del quarto trimestre 2018, ma in calo del 3,3% rispetto a 121 milioni dei primi tre mesi del 2018.

Un risultato in linea con l’andamento complessivo del gruppo. Intesa Sanpaolo ha chiuso infatti il primo trimestre con un utile netto in calo del 16,1% a 1,05 miliardi di euro. Un anno prima il risultato netto si era attestato a 1,252 miliardi. Tra gennaio e marzo 2019 i proventi operativi netti sono stati pari a 4,389 miliardi, in flessione dell’8,8% rispetto ai 4,813 miliardi dello stesso periodo dello scorso anno. “I risultati del primo trimestre 2019 sono pienamente in linea con gli obiettivi”, sottolinea il gruppo nella nota che accompagna i conti trimestrali. E l’amministratore delegato Carlo Messina, nel corso di una call con gli analisti, si è detto “piuttosto sicuro di registrare nel 2019 un utile netto molto superiore a quello del 2018”.

Guardando al conto economico, il primo trimestre 2019 registra costi operativi in calo del 4,5% a 2.204 milioni. Conseguentemente, il risultato della gestione operativa ammonta a 2.185 milioni di euro, in crescita del 33,5% rispetto ai 1.637 milioni del quarto trimestre 2018 e in diminuzione del 12,7% rispetto ai 2.504 milioni del primo trimestre 2018, con un cost/income ratio nel primo trimestre 2019 che passa al 50,2%, rispetto al 61% del quarto trimestre 2018 e al 48% del primo trimestre 2018.

Le attività finanziarie della clientela risultano pari a 942 miliardi di euro, in crescita del 3,3% rispetto al 31 dicembre 2018 e in flessione dello 0,3% rispetto al 31 marzo 2018. Nell’ambito delle attività finanziarie della clientela, la raccolta diretta bancaria ammonta a 427 miliardi, in crescita del 2,9% rispetto al 31 dicembre 2018 e dello 0,6% rispetto al 31 marzo 2018. Il complesso di raccolta diretta assicurativa e riserve tecniche è pari a 154 miliardi, in aumento del 3,3% rispetto al 31 dicembre 2018 e dello 0,8% rispetto al 31 marzo 2018.

La raccolta indiretta ammonta a 514 miliardi, in aumento del 3,6% rispetto al 31 dicembre 2018 e in flessione dell’1% rispetto al 31 marzo 2018. L’ammontare di risparmio gestito è pari a 341 miliardi, in crescita del 3,2% rispetto al 31 dicembre 2018 e dello 0,4% rispetto al 31 marzo 2018; la nuova produzione vita nel primo trimestre 2019 ammonta a 3,6 miliardi di euro. La raccolta amministrata è pari a 172 miliardi, in aumento del 4,3% rispetto al 31 dicembre 2018 e in diminuzione del 3,6% rispetto allo stesso periodo del 2018.

 I risultati del private banking

Il private banking di Intesa Sanpaolo include Fideuram, Intesa Sanpaolo Private Banking, Intesa Sanpaolo Private Bank (Suisse) Morval e Siref Fiduciaria. Nel primo trimestre del 2019 la divisione ha registrato:

  • proventi operativi netti per 488 milioni, pari a circa l’ 11% dei proventi operativi netti consolidati del gruppo (rispetto al 10% nel primo trimestre 2018), +5,2% rispetto a 464 milioni del quarto trimestre 2018 e +0,6% rispetto a 485 milioni del primo trimestre 2018;
  • un cost/income ratio al 30,3% rispetto al 36,2% del quarto trimestre 2018 e 29,5% del primo trimestre 2018;
  • un risultato della gestione operativa di 340 milioni, +14,8% rispetto a 296 milioni del quarto trimestre 2018 e -0,6% rispetto a 342 milioni del primo trimestre 2018;
  • costi operativi per 148 milioni, -11,8% rispetto a 168 milioni del quarto trimestre 2018 e +3,5% rispetto a 143 milioni del primo trimestre 2018;
  • una raccolta diretta bancaria pari a 33,073 miliardi, in aumento del 3% rispetto ai 32,103 miliardi registrati al 1 gennaio 2019.

I risultati dell’asset management

La divisione asset management include Eurizon Capital. I primi tre mesi dell’anno per il settore si sono conclusi con:

  • proventi operativi netti per 180 milioni, pari a circa il 4% dei proventi operativi netti consolidati del gruppo (4% anche nel primo trimestre 2018), +4,9% rispetto a 172 milioni del quarto trimestre 2018 e -5,8% rispetto a 191 milioni del primo trimestre 2018;
  • un cost/income ratio al 20% rispetto al 21,6% del quarto trimestre 2018 e 19,9% del primo trimestre 2018;
  • un risultato della gestione operativa di 144 milioni, +7,1% rispetto a 134 milioni del quarto trimestre 2018 e -5,9% rispetto a 153 milioni del primo trimestre 2018;
  • costi operativi per 36 milioni, -2,9% rispetto a 37 milioni del quarto trimestre 2018 e -5,3% rispetto a 38 milioni del primo trimestre 2018;
  • una raccolta diretta bancaria pari a 6 milioni, pari a quella registrata al 1 gennaio 2019.
Francesca Conti
Francesca Conti
Condividi l'articolo
Se non vuoi mancare aggiornamenti importanti per te, registrati e segui gli argomenti che ti interessano.
ALTRI ARTICOLI SU "Private Banking"
ALTRI ARTICOLI SU "Intesa Sanpaolo"
ALTRI ARTICOLI SU "Banche"