PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

Ubs, Riccardo Mulone è il nuovo country head Italia

Ubs, Riccardo Mulone è il nuovo country head Italia

Salva
Salva
Condividi
Francesca Conti
Francesca Conti

16 Novembre 2018
Tempo di lettura: 3 min
Tempo di lettura: 3 min
Salva
  • Mulone è in Ubs Investment Bank dal 1999

  • Il manager si è laureato cum laude in Economia presso l’Università di Catania

  • Ubs può contare su oltre 760 dipendenti e su 50 miliardi di asset

Il manager, da oltre 20 anni in Ubs, avrà il ruolo di sintesi al vertice della banca svizzera. La sua nomina è funzionale al dialogo di tutte le divisioni, per dare spinta alla crescita della società

Un manager attento al risparmio gestito, con all’attivo oltre 2mila operazioni a suo nome, guiderà l’integrazione di Ubs in Italia. Riccardo Mulone è stato nominato country head della banca svizzera. Fino a ieri a capo della Investment Bank in Italia, il manager è in Ubs da oltre 20 anni. Le altre due divisioni presenti in Italia sono il Wealth Management, guidato da Paolo Federici, Italy Market Head Ubs Gwm e l’Asset Management guidata da Giovanni Papini. Il ruolo di country head, spiega la società, è funzionale ad accrescere la collaborazione tra le tre divisioni e rappresentare il gruppo nei confronti dei regolatori italiani.

Sarà a Mulone, quindi, che spetterà il ruolo di sintesi al vertice della banca svizzera funzionale al dialogo di tutte le divisioni, per dare spinta alla crescita. “Mi impegnerò giorno dopo giorno per fare in modo che si lavori in maniera ancora più coesa e con il massimo dell’energia”, ha dichiarato il manager al Sole 24 Ore. Per Mulone il fatto di avere un passato nel mondo dell’investment banking è un valore aggiunto. “Ubs ti spinge ad uscire dalla tua comfort zone per affrontare una sfida costruttiva ed è quello che farò”, aggiunge il manager parlando al quotidiano economico-finanziario.

Il lavoro di Mulone sarà svolto avendo ben presente “il ruolo centrale che l’Italia ha per Ubs” e che in futuro, riporta ancora il Sole, potrebbe crescere ulteriormente, anche grazie al fatto che a causa della Brexit il presidio a Milano verrà rafforzato dall’arrivo di 15 nuovi banker da Londra. La società può contare su oltre 760 dipendenti e 50 miliardi di asset investiti tra wealth e asset management.

Riccardo Mulone

Laurea cum laude in Economia presso l’Università di Catania, Mulone è in Ubs Investment Bank dal 1999. Ha svolto i primi a Londra lavorando nei team di M&A, di Leverage Finance e nel dipartimento di Equity Corporate Finance. Nella seconda metà del 2003 si è trasferito in Italia nel team di Investment Bank. Precedentemente all’ingresso in Ubs, ha lavorato per 3 anni in Arthur Andersen nei dipartimenti di Audit e Corporate Finance. In precedenza ha lavorato nel dipartimento Private Equity di Sopaf.

Il manager ha sviluppato una profonda esperienza in operazioni di M&A anche nel contesto di ristrutturazioni industriali, quotazioni in Borsa, leverage buy-out, cessioni di azienda ed emissioni obbligazionarie. Nel corso della sua carriera Mulone ha avuto un ruolo primario nell’ideare, strutturare e negoziare alcune tra le operazioni più importanti nel contesto nazionale ed internazionale.

Tra tutte, il manager conserva un ricordo indelebile dell’aggregazione tra Fiat e Chrysler, per la quale ha lavorato a fianco di Sergio Marchionne e Alfredo Altavila. All’epoca, aveva 36 anni e per lui è stato “un privilegio – confida al Sole 24 Ore – un onore, aver partecipato a una trattativa simile, con protagonisti di tale spessore, sfociata, peraltro, in un accordo straordinario ma soprattutto rivoluzionario”.

Ubs

Ubs è uno dei principali operatori in Italia nella gestione di grandi patrimoni e mette a disposizione delle clientela high net worth e ultra high net Worth un’ampia gamma di servizi di consulenza e soluzioni finanziarie a servizio del patrimonio e dell’impresa. La succursale italiana di Ubs Europe Se conta su un network di 12 filiali, dove è presente anche Ubs Fiduciaria. Ubs è presente su tutte le maggiori piazze finanziarie internazionali e dispone di uffici in 52 Paesi.

Il 34% della propria popolazione opera nelle Americhe, il 34% in Svizzera, il 18% nel resto d’Europa, nel Medio Oriente e in Africa e il 14% nella regione Asia Pacifico. Il gruppo Ubs impiega circa 61.000 collaboratori nel mondo. Ubs è una società anonima svizzera quotata alla Borsa svizzera e a quella di New York.

Francesca Conti
Francesca Conti
Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU: Nomine e Promozioni Ubs