PREVIOUS ARTICLENEXT ARTICLE

Paola Corna Pellegrini, nuovo presidente di AICEO

Paola Corna Pellegrini, nuovo presidente di AICEO

Salva
Salva
Condividi
Redazione We Wealth
Redazione We Wealth

09 Novembre 2020
Tempo di lettura: 3 min
Tempo di lettura: 3 min
Salva
  • L’associazione Italiana Ceo, associazione nata nel 2011 dall’idea di Elena David, ha un nuovo presidente

  • Paola Corna Pellegrini, ceo di Allianz Partners e presidente di AICEO, porterà una nuova spinta mettendo al centro i giovani e temi come la digitalizzazione e la diversità&inclusion

  • “I ceo intendono dare un contributo ancor più rilevante, mettendo a disposizione del Paese la loro competenza ed esperienza nella gestione di organizzazioni complesse, e nell’affrontare sfide interne e esterne sempre nuove” ha commentato la nuova presidente.

Paola Corna Pellegrini, ceo di Allianz Partners Italia, è il nuovo presidente dell’Associazione Italiana Ceo per il triennio 2020/2022.

L’Associazione Italiana Ceo, associazione di persone, senza fini di lucro, con l’obiettivo di generare e promuovere idee, innovazione e visioni sul futuro, ha un nuovo presidente. Paola Corna Pellegrini, ceo di Allianz Partners Italia, succede ad Elena David, fondatrice e presidente per due mandati, alla guida dell’associazione.

In Allianz Partners dal 2011 in qualità di ceo, Paola Corna Pellegrini vanta una carriera iniziata 38 anni fa, passando da aziende multinazionali internazionali a quelle familiari, che le ha permesso di ricoprire ruoli apicali con responsabilità a livello sia locale che internazionale.  Con una particolare attenzione rivolta ai giovani, promuove e sostiene da anni numerosi progetti di digitalizzazione e diversity & inclusion, finalizzati anche allo sviluppo degli studi tecnico-scientifici STEM tra i giovani studenti e alla promozione del talento femminile.

Nell’ambito delle iniziative dedicate alla valorizzazione delle donne, è ideatrice del Premio Valeria Solesin, promosso con il Forum della Meritocrazia di cui è Vice Presidente dal maggio 2019 e dal 2018 èPresidente del Comitato Scientifico del Winning Women Institute.Attraverso Fondazione Sodalitas, fa parte dei 77 CEO firmatari della “CEOs Call to Action”, l’appello dei leader delle imprese più impegnate nella sostenibilità, rivolto alle istituzioni europee, al mondo delle imprese e della società civile, per affrontare insieme le nuove sfide climatiche e sociali. È sposata e ha due figli di 32 e 26 anni.

Tra le novità del nuovo direttivo vi è poi l’allargamento del board, che passa da 7 ad 11 membri. Il Consiglio, che si riunirà con cadenza mensile, sarà chiamato a valutare spunti e progetti concreti presentati da diversi tavoli di lavoro tematici, aperti ad esperti e stakeholder esterni all’Associazione, che avranno come obiettivo la ripartenza economica e una vera e propria “re-invenzione” dell’Italia. Gli ambiti su cui si concentrerà la progettualità dell’Associazione, espressi nel manifesto programmatico approvato per il triennio, saranno: lavoro e formazione, innovazione, inclusione e meritocrazia, sostenibilità ambientale, sanità e turismo,su cui si rifletterà in linea con gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda Universale 2030 e con le priorità del nostro Paese in questo periodo di emergenza non solo sanitaria, ma anche economica e sociale.

Nel corso del suo intervento di insediamento, la nuova Presidente ha dichiarato:“In una fase epocale e di grande pressione per il sistema economico e sociale del nostro Paese, la voce dei ceo è stata, purtroppo, fino ad oggi poco ascoltata. Ognuno di noi sta senz’altro dando il proprio contributo, cercando di gestire nel migliore dei modi l’emergenza all’interno delle aziende, salvaguardando la sicurezza dei dipendenti e la continuità del servizio ai clienti e quindi del business. I ceo intendono tuttavia dare un contributo ancor più rilevante, mettendo a disposizione del Paese la loro competenza ed esperienza nella gestione di organizzazioni complesse, e nell’affrontare sfide interne e esterne sempre nuove, con l’obiettivo di garantire crescita e benessere in una prospettiva di lungo termine. Un impegno che guarda in particolare ai giovani, perché intendiamo sviluppare insieme a loro e per loro progetti concreti che contribuiscano ad instaurare un modello di sviluppo innovativo, equo e sostenibile”

Redazione We Wealth
Redazione We Wealth
Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU:Nomine e Promozioni