PREVIOUS ARTICLENEXT ARTICLE

Nuovo responsabile globale per il wealth management di Schroders

Nuovo responsabile globale per il wealth management di Schroders

Salva
Salva
Condividi
Redazione We Wealth
Redazione We Wealth

25 Giugno 2018
Salva
  • La nomina avrà efficacia da gennaio 2019

  • Le masse in gestione totali superano i 450 milioni di euro

Schroders nomina Peter Hall responsabile globale della divisione wealth management e prend il posto di Andrew Ross

Peter Hall ha guidato per sette anni la società d’investimenti Tilney, è entrato in Schroders in ottobre e a inizio 2019 prenderà il posto di Andrew Ross.Il nuovo numero uno della divisione wealth management, può vantare una carriera decennale in Permira, Ubs e Barclays.

“Sono entusiasta di entrare a far parte di un gruppo tanto importante nel mondo del risparmio gestito, di un team così preparato che sostiene la teoria clientocentrica di cui io per primo credo fortemente”, ha commentato.

Il Ceo Peter Harrison, ha poi chiarito al Financial Times che la nomina non significa che la compagnia intraprenderà una strada di cambiamenti significativi nella gestione del wealth management. “Abbiamo una buona strategia e un’ancora più buona continuità. Questo è strategicamente importante per una realtà come la nostra”. Soprattutto in un momento storico in cui il mondo del wealth management e del private banking è in grande fermento. Si trova ogni giorno a confrontarsi con sfide normative e tecnologiche, o quelle relative al passaggio generazionale.

Andrew Ross sarà ancora in carica fino a fine anno, poi assumerà il ruolo di vice presidente. Ha dichiarato al quotidiano inglese che la divisione wealth management è ancora aperta a ipotesi di acquisizione, dopo operazioni dell’anno scorso dal valore di oltre 70 milioni di euro: “E’ un mercato sempre più difficile per le realtà medio – piccole”, ha sottolineato. Il wealth management rappresenta in Schroders il 13% degli asset gestiti totali, che nel 2017 hanno superato i 450 milioni di euro.

“Andrew ha posto delle solide basi per poter crescere in futuro”, ha concluso Harrison. “Continuare a lavorare sulla crescita del wealth management è assolutamente una priorità per noi”.

Redazione We Wealth
Redazione We Wealth
Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU:Nomine e PromozioniSchroders