PREVIOUS ARTICLENEXT ARTICLE

N26 Italia, Andrea Isola è il nuovo general manager

N26 Italia, Andrea Isola è il nuovo general manager

Salva
Salva
Condividi
Francesca Conti
Francesca Conti

07 Febbraio 2019
Tempo di lettura: 2 min
Tempo di lettura: 2 min
Salva
  • N26 in Italia ha triplicato la propria base clienti in 6 mesi, arrivando a 300.000 utenti

  • Il manager ha lavorato in precedenza per Bain & Company, ricoprendo il ruolo di principal

  • Dal 2004 al 2007 è stato consultant per la società Masai Consulting

N26 ha nominato Andrea Isola come general manager per l’Italia. Isola sarà responsabile del consolidamento e dell’espansione di N26 sul mercato italiano

N26, la prima mobile bank d’Europa ha nominato Andrea Isola come general manager per l’Italia. Isola sarà responsabile del consolidamento e dell’espansione di N26 sul mercato italiano. Il manager, spiega una nota, si unisce a N26 dopo 14 anni di carriera nel ramo consulenziale, dove ha lavorato per diversi clienti in Europa, Nord/Sud America e Asia. Negli ultimi 11 anni, per la societàBain & Company, è arrivato a ricoprire il ruolo di principal, specializzandosi nel settore finanziario. In precedenza, dal 2004 al 2007, ha ricoperto il ruolo di consultant per la società Masai Consulting.

“In Italia c’è un forte interesse verso un nuovo modello di banca. Con N26, abbiamo triplicato la nostra base clienti in soli 6 mesi, arrivando a 300.000 utenti. Siamo davvero entusiasti che Andrea Isola si sia unito a noi come General Manager per l’Italia. Saremo così in grado di focalizzarci ancor di più sui clienti italiani, che ancora troppo spesso pagano commissioni elevate e registrano spiacevoli esperienze bancarie”, ha commentato Valentin Stalf, ceo e founder di N26.

“Dopo 4 anni trascorsi a New York, sono entusiasta di tornare in Italia per guidare le operazioni italiane di N26. I clienti italiani sono alla ricerca di un’esperienza bancaria semplice, di alta qualità, incentrata sul cliente, veloce e conveniente”, ha affermato Andrea Isola. “Secondo una recente ricerca, circa l’80% degli italiani si fida di più di una tech company che delle banche. Il mio obiettivo, insieme al mio team, è quello di portare sul mercato italiano il prodotto migliore, più semplice e coinvolgente e sono sicuro che N26 ha il potenziale per diventare il punto di riferimento per le attività bancarie quotidiane”, ha aggiunto Isola.

Francesca Conti
Francesca Conti
Condividi l'articolo