PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

IWBank, Massimo Giacomelli è il nuovo responsabile della rete

IWBank, Massimo Giacomelli è il nuovo responsabile della rete

Salva
Salva
Condividi
Redazione We Wealth
Redazione We Wealth

02 Aprile 2020
Tempo di lettura: 2 min
Tempo di lettura: 2 min
Salva
  • Giacomelli farà capo al direttore Di Muro

  • Gestirà nel complesso 700 consulenti finanziari, di cui 30 wealth manager

Sarà a capo dei consulenti finanziari e dei wealth manager. Prima di arrivare alla banca del gruppo Ubi ha lavorato per due anni nel gruppo Azimut, con la carica di executive manager e partner della divisione Azimut Global Advisory

Massimo Giacomelli è il nuovo responsabile della rete dei consulenti finanziari e wealth manager di IWBank, la banca del gruppo Ubi Banca specializzata nella gestione degli investimenti di individui e famiglie.

 

Giacomelli, che nella sua funzione riporterà al direttore generale Dario Di Muro, è un professionista che vanta oltre 30 anni di esperienza, ha maturato comprovate capacità di gestione strategica nella realizzazione di progetti evoluti relativi allo sviluppo e al consolidamento di importanti realtà finanziarie.

La carriera di Giacomelli è iniziata nell’ambito della libera professione, per poi consolidarsi all’interno di diverse realtà bancarie di primo piano. Dopo brevi esperienze in Banco di Santo Spirito e Costituzione Sim, per oltre 20 anni Massimo ha svolto la sua attività presso il gruppo Monte Paschi di Siena, ricoprendo ruoli di crescente responsabilità, fino a contribuire alla nascita e allo sviluppo di Widiba di cui ha assunto, per quattro anni, la carica di responsabile della rete dei consulenti finanziari. L’ultimo step, prima dell’approdo in IWBank, lo ha portato per quasi due anni nel gruppo Azimut, con la carica di executive manager e partner della divisione Azimut Global Advisory.

“Ritengo Massimo ‘un consulente per i consulenti’, la figura adatta a valorizzare le competenze e la specializzazione dei nostri 700 professionisti tra consulenti e wealth manager. Nel corso della sua trentennale carriera, ha potuto ricoprire ruoli di crescente responsabilità, progressione che gli ha consentito di conoscere da vicino tutte le diverse esigenze dei professionisti della consulenza finanziaria. Si tratta di un elemento che lo pone nelle migliori condizioni per apprezzare e riuscire a capitalizzare al meglio i tratti distintivi del modello di business che ci contraddistingue, che consideriamo assolutamente vincente anche grazie alle sinergie con la nostra capogruppo, Ubi Banca”, ha commentato Dario Di Muro, direttore generale di IWBank.

Massimo Giacomelli - responsabile della rete dei consulenti finanziari e wealth manager IWBank

Giacomelli per We Wealth

Quale idea di consulenza porterà il nuovo responsabile alla rete di consulenti e wealth manager? Vi proponiamo un estratto di un contributo scritto da Giacomelli per il sito di We Wealth. “Tutte le professioni hanno un valore sociale importante: il medico salva le vite a prescindere da chi è, l’avvocato tutela i cittadini utilizzando le nostre leggi, il commercialista aiuta i contribuenti ad agire nel rispetto delle norme in maniera preventiva, supportando anche le casse dello stato e via dicendo. E il consulente finanziario? È sufficiente dire che il consulente finanziario tutela il patrimonio delle famiglie e delle imprese e tenta di erudire i propri clienti con una sana educazione finanziaria? Direi proprio di no, o meglio è una risposta parziale perché il consulente finanziario ha un valore sociale ben più importante e profondo vista la materia che tratta “il risparmio degli italiani. (…)

Noi dobbiamo diventare il veicolo di trasmissione dei risparmi degli italiani verso aziende italiane, per accelerare il processo di sviluppo sopra rappresentato, senza andare ad arricchire aziende straniere che a malapena conosciamo. Molto spesso ci facciamo trascinare da rendimenti precedenti o da ottimi sales manager di Sgr estere o anche italiane che per lanciare nuove iniziative o uscire dalla monotonia propongono prodotti che portano lontano i risparmi dei nostri clienti. Dovremmo invece parlare con i veri gestori o affidarci a loro se ben conosciuti dedicando una percentuale dei risparmi dei nostri clienti alle piccole e medie imprese italiane, magari diminuendo quella costosa quota di miliardi sui famigerati conti correnti”.

LEGGI QUI TUTTI GLI ARTICOLI SCRITTI DA MASSIMO GIACOMELLI

 

Redazione We Wealth
Redazione We Wealth
Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU: Nomine e Promozioni Iw Bank Consulenti
ALTRI ARTICOLI SU "Nomine e Promozioni"
ALTRI ARTICOLI SU "Iw Bank"
ALTRI ARTICOLI SU "Consulenti"