PREVIOUS ARTICLENEXT ARTICLE

Il triangolo del wealth management: Credit Suisse-Deutsche Bank e Unicredit

Il triangolo del wealth management: Credit Suisse-Deutsche Bank e Unicredit

Salva
Salva
Condividi
Giorgia Pacione Di Bello
Giorgia Pacione Di Bello

17 Luglio 2019
Tempo di lettura: 2 min
Tempo di lettura: 2 min
Salva
  • Credit Suisse rimane orfana di Stefano Vecchi e Roberto Coletta. Il sostituto di Vecchi non è ancora stato nominato, ma la banca elvetica ci tiene a precisare che il mercato italiano è uno dei più importanti

  • Roberto Coletta approda a Deutsche Bank come responsabile della clientela Hnwi, Uhnwi italiana della banca e della piattaforma dei prodotti e servizi dedicati alla gestione dei grandi patrimoni

Credit Suisse perde Stefano Vecchi che va verso Cordusio Sim (Unicredit). Roberto Coletta e altri cinque private banker sbarcano invece in Deutsche Bank, che sta rafforzando tutta l’area wealth management

Il wealth management di Credit Suisse incassa la perdita di  Stefano Vecchi, responsabile private banking e ceo di Credit Suisse Italia, che passerà a Cordusio Sim (società del Gruppo Unicredit), di Roberto Coletta e altri cinque private banker che sbarcheranno, invece, in Deutsche Bank.

La società tedesca sta dunque attuando la strategia di crescita del wealth management. “Piano che abbiamo cominciato a intraprendere a livello mondiale, dove entro il 2021 assumeremo 300 nuovi relationship e investment manager – dichiara Claudio De Sanctis, head of wealth management Europe di Deutsche Bank – Uno dei principali focus è rappresentato dall’Europa, dove vogliamo allargare la nostra base di clienti e contribuire alla crescita del gruppo, facendo leva sull’eccellenza da sempre associata al nostro servizio e sulle relazioni consolidate che già abbiamo con famiglie e imprenditori in particolare in Germania, nell’Europa del Sud, a partire dall’Italia, e nel Regno Unito”.

Roberto Coletta, nuovo market head Italy del wealth management, opererà dunque a diretto riporto di Roberto Parazzini, che negli ultimi mesi aveva continuato a guidare, ad interim, le attività del team italiano, dopo la sua recente promozione a head of wealth management Southern & Western Europe. Coletta sarà dunque responsabile della clientela Hnwi, Uhnwi italiana della banca e della piattaforma dei prodotti e servizi dedicati alla gestione dei grandi patrimoni. Inoltre, in qualità di responsabile della divisione, Coletta dovrà riportare anche a Flavio Valeri, chief country officer di Deutsche Bank Italia.

Roberto Coletta Market head Italy del wealth management

Il nuovo responsabile del wealth management Italiaproviene da Credit Suisse dove negli ultimi sei anni ha guidato il segmento Uhnw per il market area Italia (coverage, family office team e corporate advisory), che comprende anche le attività italiane della clientela Uhnwi in Italia, nel Regno Unito e nel Lussemburgo nell’ambito della divisione International wealth management.

Insieme a Coletta arriveranno inoltre altri cinque private banker dal mondo Credit Suisse, che andranno a rinforzare il team wealth management del colosso tedesco. ”Roberto porterà la giusta esperienza, una forte leadership e un’ottima conoscenza del mercato, guidando il team italiano, che a sua volta si sta arricchendo di decine di nuove professionalità –  ha spiegato Roberto Parazzini– nell’obiettivo di fare del wealth management DB il principale punto di riferimento per imprenditori e famiglie italiane che cercano un partner internazionale per la gestione dei loro patrimoni, contribuendo al percorso di crescita nel mercato europeo e nel mondo”.

 

Credit Suisse rimane dunque orfana sia di Roberto Coletta ma sopratutto di Stefano Vecchiche andrà in Cordusio Sim dove affiancherà Paolo Langè,nominato presiede Aipb. Questa collaborazione potrebbe dunque essere il preludio di un passaggio di consegne alla guida di Cordusio Sim tra Langè e Vecchi. A Credit Suisse il sostituto di Vecchi non è ancora stato nominato, ma la banca elvetica ci tiene a precisare che il suo impegno verso i suoi clienti italiani resta alto e “continueremo a crescere, investire e assumere talenti senior in questo mercato chiave”.

Giorgia Pacione Di Bello
Giorgia Pacione Di Bello
Condividi l'articolo
ALTRI ARTICOLI SU "Nomine e Promozioni"
ALTRI ARTICOLI SU "Deutsche Bank"
ALTRI ARTICOLI SU "Credit Suisse"