PREVIOUS ARTICLENEXT ARTICLE

Banca Finnat, Dario Maggioni entra nel team private

Banca Finnat, Dario Maggioni entra nel team private

Salva
Salva
Condividi
Redazione We Wealth
Redazione We Wealth

13 Febbraio 2019
Tempo di lettura: 2 min
Tempo di lettura: 2 min
Salva
  • L’ingresso di Maggione segue quelli di Daniele Piccolo e Simone Bordoni

  • Dario Maggioni è laureato all’Università Statale e ha un Master in Sda Bocconi in Banking & Finance

  • L’istituto è specializzato nella prestazione di servizi di investimento rivolti al private banking e alla clientela istituzionale e corporate

Nuovo ingresso nel team di private banking di Banca Finnat: arriva Dario Maggioni, ce ricoprirà il ruolo di consulente all’interno della direzione commerciale. Un passo in avanti nello sviluppo del private banking nel nord Italia

Dario Maggioni entra a far parte del team di private banking di Banca Finnat. All’interno delll’istituto, Maggioni ricoprirà il ruolo diconsulente all’interno della direzione commerciale. Con l’ingresso di Maggioni si consolida ancora di più la strategia di sviluppo del private banking di Banca Finnat nel nord Italia, dopo l’arrivo lo scorso anno di Daniele Piccolo (oggi responsabile del private banking nel nord Italia) eSimone Bordoni (direttore del Family Office nel nord Italia). L’istituto, tra i maggiori operatori di Piazza Affari, è specializzato nella prestazione di servizi di investimento rivolti al private banking e alla clientela istituzionale e corporate.

Il manager

Dario Maggioni è laureato all’Università Statale di Milano e ha un Master in Sda Bocconi in Banking & Finance. Il manager ha iniziato la sua carriera presso l’ufficio cambi e derivati in Banca Commerciale Italiana. Successivamente ha avviato il suo percorso nel settore del private banking lavorando per Banca Popolare di Verona, BCC Carate Brianza ed infine per Banca Cesare Ponti.

La società

Banca Finnat è quotata sul segmento Star di Borsa Italiana ed è fra le realtà bancarie più solide con un Cet 1 Capital Ratio del 29,7%. La banca ha un’ampia articolazione di servizi in grado di fornire alla clientela di alta gamma una risposta completa e professionale alle loro necessità.

L’amministratore delegato di Banca Finnat,Arturo Nattino, ha dichiarato in un’intervista al gruppo QN l’obiettivo di voler raggiungere entro il 2020 quota 18 miliardi di masse in gestione. “Oggi gestiamo masse per poco più di 16 miliardi di euro, di cui 4,5 miliardi nel private banking e 7,2 dalla nostra Sgr attraverso fondi immobiliari. L’obiettivo è quello di arrivare a 18 miliardi di masse gestite entro il 2020. La crescita sarà soprattutto nel private banking: abbiamo intenzione di rafforzare l’organico soprattutto nel Nord Italia ma anche a Roma, per arrivare a 67 unità entro il 2020”.

Redazione We Wealth
Redazione We Wealth
Condividi l'articolo