PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

Family office, la rivoluzione è iniziata

Family office, la rivoluzione è iniziata

Salva
Salva
Condividi
Giorgia Pacione Di Bello
Giorgia Pacione Di Bello

17 Aprile 2019
Tempo di lettura: 2 min
Tempo di lettura: 2 min
Salva
  • I clienti con un patrimonio elevato chiedono sempre più un servizio personalizzato e sartoriale che il private banking di grandi società non sempre è in grado di offrire

  • Negli Usa ci sono molti casi di successo di consulenti che con la fondazione di un proprio family office hanno triplicato i clienti

Il family office è una realtà che si sta affermando a livello mondiale. Negli ultimi anni molti consulenti, che lavoravano per grossi nomi come JP Morgan e Goldman Sachs, si sono messi in proprio aprendo family office

Spazio ai family office. C’era un tempo in cui i paperoni cercavano consulenti che lavorassero per grandi nomi come Glodaman Sachs, Jp Morgan o Ubs. Oggi gli High worth net individual cercano l’esperienza. E molto spesso la trovano presso family office nati da ex consulenti di una big. Negli ultimi anni non sono infatti pochi i professionisti che hanno deciso di lavorare in proprio aprendo una società di gestione. Tra questi troviamo Frank Ghali che ha lasciato Goldman Sachs e gestiva 12 miliardi di asset per diversi clienti, Gary Hirschberg (anche lui) ha lasciato anche lui Goldman Sachs e 1,4 miliardi di dollari di asset clienti. Come sottolinea il sito Wealth management.com questi consulenti non solo hanno lasciato la società ma si sono portati via anche il loro portafoglio di clienti che tendenzialmente hanno capitali che oscillano tra i 10 e i 50 milioni di dollari. Chi ha fatto la scelta di mettersi in proprio l’ha fatto per poter continuare a gestire i soldi dei propri clienti, in maniera più libera, e offrendo servizi che la semplice gestione private non dà.

Negli ultimi anni stanno prendendo sempre più piede i family office perché vengono percepiti come più imparziali, essendo meno legati ad una determinata banca. “I nostri clienti sono probabilmente tra i clienti più sofisticati che troverai. Sono imprenditori, amministratori delegati… e le loro esigenze sono molto, molto complicate, e siamo in grado di risolverle in un modo che la maggior parte dei tram non può fare a causa dei servizi che offrono” dichiara Bill Loftus di Coastal Bridge Advisors. Nel caso di Loftus, il loro passare ad essere indipendenti, ha accresciuto la capacità di gestione del patrimonio dei clienti a tal punto che sono cresciuti del 600% in soli 10 anni.

La rivoluzione dei family office sta dunque iniziando a prendere sempre più piede, anche se le grandi società di brokeraggio fanno ancora molto riferimento ai consulenti che lavorano per gradi gruppi. Tuttavia il mondo sta cambiando e i clienti, soprattutto quelli con un patrimonio elevato, chiedono al proprio consulente un lavoro sartoriale che gli calzi a pennello.

Giorgia Pacione Di Bello
Giorgia Pacione Di Bello
Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU: Family Office Europa