PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

Offerta Intesa - Ubi, depositato prospetto in Consob

Offerta Intesa - Ubi, depositato prospetto in Consob

Salva
Salva
Condividi
Teresa Scarale
Teresa Scarale

06 Marzo 2020
Tempo di lettura: 2 min
Tempo di lettura: 2 min
Salva
  • La decisione della commissione di vigilanza arriverà entro i cinque giorni successivi dall’acquisizione di tutte le autorizzazioni da parte delle autorità

  • Il prossimo appuntamento sarà l’assemblea straordinaria di Intesa Sanpaolo, fissata per il 27 aprile 202o

  • Dopo il parere complessivo di Ubi prenderà quindi il via il periodo di adesione all’offerta, concordato fra Intesa Sanpaolo e Borsa Italiana

L’offerta pubblica di scambio di Intesa Sanpaolo su Ubi Banca muove i primi passi concreti, con il deposito del prospetto in Consob. Si attende adesso il responso

Primi atti concreti per l’offerta pubblica di scambio di Intesa Sanpaolo su di Ubi Banca.

Il primo gruppo bancario del Paese ha infatti depositato in Consob il prospetto relativo all’offerta pubblica di scambio volontario sull’interezza delle azioni Ubi. La decisione della commissione di vigilanza arriverà entro i cinque giorni successivi dall’acquisizione di tutte le autorizzazioni da parte delle autorità (Bankitalia, Bce, Ivass).

Per poter arrivare alla fine dell’iter bisognerà però attendere vari mesi. Il prossimo appuntamento sarà l’assemblea straordinaria di Intesa Sanpaolo, fissata per il 27 aprile 202o.

L’offerta Intesa – Ubi al vaglio della Consob

Allora gli azionisti dovranno decidere sulla proposta di aumento del capitale sociale per l’offerta su Ubi Banca. Quindi la Consob resterà in attesa delle autorizzazioni delle autorità di vigilanza che, secondo le previsioni fatte dalle due banche, arriverà tra maggio e giugno.

La palla quindi passerà a Ubi Banca, che si esprimerà sull’offerta dando indicazioni ai propri azionisti. Il parere di alcuni azionisti di Ubi è in realtà già noto. Il comitato degli azionisti di riferimento – Car (17,7%) e il Patto dei Mille (1,6%) hanno detto no all’attuale offerta economica di Carlo Messina, definendola “ostile” e “inaccettabile”.

Dopo il parere complessivo di Ubi prenderà quindi il via il periodo di adesione all’offerta, concordato fra Intesa Sanpaolo e Borsa Italiana. Avrà una durata compresa tra un minimo di 15 e un massimo di 40 giorni di borsa aperta. In base all’offerta, ogni 10 azioni di Ubi saranno corrisposte 17 azioni ordinarie di nuova emissione di Intesa Sanpaolo. Se l’operazione dovesse andare in porto, nascerà un super gruppo in grado di generare utili superiori ai sei miliardi di euro al 2022. A livello europeo, sarebbe la terza banca per capitalizzazione di mercato (48 miliardi di euro). Per ricavi sarebbe invece la settima, con 21 miliardi. Gli impieghi arriverebbero a circa 460 miliardi di euro, con 1.100 milioni di euro di masse di risparmio in gestione.

Teresa Scarale
Teresa Scarale
Condividi l'articolo
Se non vuoi mancare aggiornamenti importanti per te, registrati e segui gli argomenti che ti interessano.
ALTRI ARTICOLI SU "Aziende e Protagonisti"
ALTRI ARTICOLI SU "Intesa Sanpaolo"
ALTRI ARTICOLI SU "Ubi"