PREVIOUS ARTICLENEXT ARTICLE

Intesa Sanpaolo cresce nel private banking: nuovo polo in Svizzera

Intesa Sanpaolo cresce nel private banking: nuovo polo in Svizzera

Salva
Salva
Condividi
Stefania Pescarmona
Stefania Pescarmona

05 Ottobre 2020
Tempo di lettura: 3 min
Tempo di lettura: 3 min
Salva
  • L’accordo permetterà a Fideuram – Intesa Sanpaolo Private Banking di rafforzare le proprie attività internazionali di private banking e di continuare a svolgere un ruolo di primo piano nel processo di consolidamento attualmente in corso nel settore finanziario svizzero

  • In Svizzera, il mercato del private banking è molto frammentato: ciascuno dei primi 14 operatori gestisce oltre 40 miliardi di franchi e ci sono più di 50 operatori che gestiscono meno di 5 miliardi di franchi di asset under management ciascuno

Al via una partnership strategica nel private banking: Fideuram – Intesa Sanpaolo Private Banking acquisirà una partecipazione del 69% in Reyl e conferirà la propria controllata bancaria svizzera Intesa Sanpaolo Private Bank (Suisse) Morval

Oltre 18 miliardi di franchi svizzeri di masse amministrate, un patrimonio netto regolamentare di circa 250 milioni di franchi e quasi 400 collaboratori in totale. Questi i numeri del nuovo polo, con sede a Ginevra, frutto della partnership strategica siglata tra Fideuram – Intesa Sanpaolo Private Banking (la divisione private banking del gruppo Intesa Sanpaolo) e il gruppo bancario indipendente svizzero Reyl & Cie Sa.

In base all’accordo, siglato il 5 ottobre, Fideuram – Intesa Sanpaolo Private Banking acquisirà una partecipazione del 69% in Reyl e conferirà la propria controllata bancaria svizzera Intesa Sanpaolo Private Bank (Suisse) Morval.  La quota restante sarà in mano ai soci dell’istituto svizzero (François Reyl, Pasha Bakhtiar, Nicolas Duchêne, Thomas Fontaine, Christian Fringhian e Lorenzo Rocco di Torrepadula), che continueranno a lavorare per lo sviluppo e la strategia a lungo termine della società, che resterà attiva su cinque linee di attività: wealth management, entrepreneur & family office services, corporate advisory & structuring, asset services e asset management.

L’operazione – che si prevede possa essere completata entro la prima metà del 2021, una volta ottenute le approvazioni regolamentari – conferma la strategia di Ca’ de Sass, da lungo tempo orientata verso un modello di business incentrato sul wealth management & protection.

Grazie a questa operazione, Fideuram – Intesa Sanpaolo Private Banking potrà rafforzare le proprie attività internazionali di private banking, in particolare in aree con promettenti previsioni di crescita, e potrà continuare a svolgere un ruolo di primo piano nel processo di consolidamento attualmente in corso nel settore finanziario svizzero. In Svizzera,il mercato del private banking infatti, molto frammentato: ciascuno dei primi 14 operatori gestisce oltre 40 miliardi di franchi e ci sono più di 50 operatori che gestiscono meno di 5 miliardi di franchi di asset under management ciascuno.

“La partnership con Reyl si inserisce perfettamente nel più ampio processo di rafforzamento e riposizionamento delle attività estere della nostra divisione private banking, soprattutto in Svizzera, il mercato principale per le attività internazionali”, ha dichiarato Tommaso Corcos, amministratore delegato di Fideuram – Intesa Sanpaolo Private Banking, che ha spiegato che dopo l’acquisizione del gruppo Morval nel 2018, questa operazione permetterà al gruppo di concentrarsi con maggiore determinazione su un settore che è in crescita ed è resiliente rispetto alle crisi.

Dal canto suo, François Reyl, direttore Generale di Rey, si è detto molto entusiasta dell’accordo, che apre un nuovo capitolo nella storia aziendale di Reyl. “Fideuram Ibp-Pb è il partner ideale per Reyl e non potremmo essere più soddisfatti di avere l’opportunità di costruire insieme un nuovo player internazionale del private banking di primaria importanza, che opera dalla Svizzera ma con ambizioni globali”, ha concluso il direttore generale.

Stefania Pescarmona
Stefania Pescarmona
Direttore di We-Wealth.com e caporedattore del magazine. Ha lavorato a MF, Bloomberg Investimenti, Finanza&Mercati. Ha collaborato con Affari&Finanza (Repubblica) e Advisor
Condividi l'articolo