PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

Generali spinge sull’asset management in Slovenia

Generali spinge sull’asset management in Slovenia

Salva
Salva
Condividi
Francesca Conti
Francesca Conti

13 Febbraio 2019
Tempo di lettura: 2 min
Tempo di lettura: 2 min
Salva
  • Adriatic Slovenica fornisce una vasta gamma di prodotti danni, salute, vita e pensionistici, con oltre 1,7 milioni di contratti di assicurazione e 500 mila clienti

  • All’operazione seguirà il processo di integrazione della compagnia assicurativa Adriatic Slovenica e delle sue agenzie nella struttura di Generali nella regione Cee

Generali ha completato l’acquisizione di Adriatic Slovenica e Kd Funds in Slovenia. L’accordo rappresenta un ulteriore passo avanti nell’esecuzione della strategia dell’asset management della compagnia triestina

Doppia acquisizione per Generali in Slovenia. Il Leone ha completato l’acquisizione dell’intero capitale di Adriatic Slovenica, e di Kd Funds, management company, da Kd Group. La società ha ricevuto le approvazioni degli organi regolamentari e delle autorità per la concorrenza, comprese quelle della Commissione europea, degli organi regolamentari sloveni e dell’Ivass. L’accordo con l’azionista unico di Adriatic Slovenia, Kd Group, è stato firmato nel maggio 2018. L’accordo rappresenta un ulteriore passo avanti nell’esecuzione della strategia dell’asset management della compagnia triestina.

All’operazione seguirà il processo di integrazione della compagnia assicurativa Adriatic Slovenica e delle sue agenzie nella struttura di Generali nella regione Cee. Adriatic Slovenica fornisce una vasta gamma di prodotti danni, salute, vita e pensionistici, con oltre 1,7 milioni di contratti di assicurazione e 500 mila clienti. L’acquisizione include Kd Funds, un fondo comune di investimento con oltre 750 milioni di euro di asset in gestione, al terzo posto in Slovenia con una quota di mercato del 20%, presente anche in Croazia e Macedonia.

“Siamo già uno dei più grandi assicuratori del mercato dell’Europa centro orientale, ma riteniamo che questa regione offra ancora opportunità di crescita ed investimento”, aveva commentato Luciano Cirinà, Austria, CEE & Russia Regional Officer e ceo di Generali cee Holding lo scorso maggio in occasione dell’annuncio delle acquisizioni in Slovenia e in Polonia. Acquisizioni che, secondo Cirinà, “ci permetteranno di bilanciare e diversificare i nostri portafogli, i canali di vendita e la presenza nell’area”.

“Inoltre, con queste operazioni, il business del gruppo Generali nella regione Austria, CEE & Russia aumenterà di circa il 7% superando 6,4 miliardi di euro in termini di raccolta. Le acquisizioni in corso accelereranno il raggiungimento dei nostri obiettivi strategici che prevedono, in particolare, il rafforzamento del portafoglio danni, malattia e della gestione patrimoniale di terze parti”.

Francesca Conti
Francesca Conti
Condividi l'articolo
ALTRI ARTICOLI SU "Aziende e Protagonisti"
ALTRI ARTICOLI SU "Gruppo Generali"
ALTRI ARTICOLI SU "Europa"