PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

Generali, 300 milioni per diventare ‘Partner di vita’

Generali, 300 milioni per diventare ‘Partner di vita’

Salva
Salva
Condividi
Francesca Conti
Francesca Conti

05 Marzo 2019
Tempo di lettura: 3 min
Tempo di lettura: 3 min
Salva
  • La strategia punterà su aumentare la soddisfazione dei clienti (+10 punti di Net Promoter Score), incrementare la produttività della rete del 10-15%, raggiungere 2,5 milioni di clienti connessi (+65%)

  • Generali punta a una crescita nel ramo Vita del 65% sui ‘premi Protection’, nel ramo Danni l’incidenza della componente non-auto salirà dal 55% al 60%

  • Il percorso di trasformazione del Leone, nel 2018 ha generato premi totali in rialzo del 4,5% a 23 miliardi di euro

Generali Italia presenta la nuova Strategia di Country al 2021, in cui si propone come ‘Partner di Vita’ dei clienti (con più servizi, prevenzione e tecnologia) per una crescita di valore

Investimenti da 300 milioni di euro per aumentare la soddisfazione dei clienti (+10 punti di Net Promoter Score), incrementare la produttività della rete del 10-15%, raggiungere 2,5 milioni di clienti connessi (+65%) e crescere in tutti i segmenti di business. Generali Italia lancia la nuova strategia di Country al 2021 in cui si propone come ‘Partner di Vita’ dei clienti (con più servizi, prevenzione e tecnologia) per una crescita di valore.

“Vogliamo avere un ruolo attivo per migliorare la vita delle persone, oggi diamo il via a un piano di crescita di valore”, ha dichiarato il country manager e ceo di Generali Italia Marco Sesana in occasione della presentazione del nuovo piano, presso l’Innovation Center di Generali Italia a Mogliano Veneto, alla presenza di dipendenti, partner, media e istituzioni. Una giornata che si è aperta con la visita del Ministro dell’Economia e delle Finanze, Giovanni Tria.

Dopo aver concluso il proprio “percorso di trasformazione” che nel 2018 ha generato premi totali in rialzo del 4,5% a 23 miliardi di euro, nel prossimo triennio la società ha in programma di investire 300 milioni per l’implementazione della nuova strategia in innovazione, competenze e persone. La crescita sarà nel ramo Vita del 65% sui ‘premi Protection’, nel ramo Danni invece l’incidenza della componente non-auto salirà dal 55% al 60%, con un incremento del 20% dei premi per la protezione della persona. La società prevede anche di allargarsi, con 1.150 nuove assunzioni previste. Per il 2018, riferiscono alcuni media, la controllata italiana del Leone distribuirà alla capogruppo un dividendo “in linea” con il precedente, compreso tra 0,9 e 1 miliardo di euro.

“Oggi con la nuova strategia ‘Partner di Vita’, insieme ai nostri agenti e consulenti, diamo il via a un piano di crescita di valore. Investiremo 300 milioni in persone, competenze e innovazione per potenziare la nostra capacità ed essere partner di vita nei momenti rilevanti delle famiglie”, ha sottolineato Sesana. Consulenza di valore, focus sul cliente, nuova generazione di offerta assicurativa integrata; apertura alle partnership e agli ecosistemi ed evoluzione del modello operativo sono i 5 pilastri della strategia al 2021.

L’ambizione del piano triennale è quella di offrire la miglior customer experience attraverso tutti i canali di relazione, prevenzione e protezione con più servizi e tecnologia, e di essere l’assicuratore di riferimento per ecosistemi connessi per lo sviluppo di nuovi servizi su mobilità, casa, imprese e salute. Con il nuovo piano Generali Country Italia è pronta a rivoluzionare anche l’approccio alla mobilità: assicurando lo spostamento della persona, non solo l’auto. Nell’ambito della mobilità sono già state avviate le prime partnership strategiche – con Fca su auto connessa e Bmw – Drive Now su car sharing – per lo sviluppo di nuovi servizi attraverso ecosistemi connessi.

Francesca Conti
Francesca Conti
Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU: Aziende e Protagonisti Gruppo Generali