PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

Fidersel Fiduciaria si fonde con Nomen Fiduciaria

10 Luglio 2018 · Teresa Scarale

  • La fusione di Fidersel in Nomen ha decorrenza dal primo luglio 2018

  • Rientra nel piano di potenziamento dell’offerta alla clientela della società fiduciaria

Nomen Fiduciaria incorpora Fidersel Fiduciaria a partire dal primo luglio 2018, potenziando così la sua gamma di servizi offerti

Lo scorso 19 febbraio la Banca d’Italia ha ricevuto la comunicazione del progetto di fusione da parte di Nomen Fiduciaria verso Fidersel Fiduciaria. Del resto, la prima aveva già delineato il piano lo scorso novembre 2017. E oggi 10 luglio 2018, il Consiglio di Amministrazione di Nomen ha dato seguito a questo progetto con la relativa delibera.

Essendo stata formalizzata secondo le procedure societarie previste, la fusione è diventata eseguibile ed ha efficacia a partire dal primo luglio 2018.

Le caratteristiche di Fidersel

I servizi offerti dal gruppo Ersel sono diversi. Si tratta dell’amministrazione di patrimoni articolati. Attraverso le sue società fiduciarie il gruppo amministra la complessità patrimoniale dei suoi clienti.

Ersel offre infatti attraverso le società fiduciarie del gruppo numerosi servizi per l’amministrazione di patrimoni articolati e complessi. E lo fa garantendo alla proprietà la necessaria riservatezza e l’assoluta confidenzialità delle informazioni.

L’integrazione di Fidersel in Nomen si inserisce dunque nelle politiche di sviluppo    del Gruppo Ersel. Il quale, negli ultimi anni, ha investito in maniera consistente nell’innovazione di prodotto. Ma anche nel modello di servizio per i propri clienti.

Il commento di Umberto Giraudo

La decisione di procedere alla fusione è nata dall’opportunità di razionalizzare l’offerta fiduciaria del Gruppo che adesso si concentra nelle due società Nomen Fiduciaria e Simon Fiduciaria, acquisite nel 2015″. Sono le parole di Umberto Giraudo, Presidente di Nomen Fiduciaria e Simon Fiduciaria. “Oggi il nostro polo fiduciario rappresenta, con oltre 6 miliardi di asset, una realtà unica nel panorama italiano. Per l’indipendenza, la professionalità dei collaboratori e la capacità di personalizzare ogni soluzione”.

Teresa Scarale
Teresa Scarale
VUOI LEGGERE ALTRI ARTICOLI SU: