PREVIOUS ARTICLENEXT ARTICLE

Deutsche-Commerzbank, il cda prepara la dote

Deutsche-Commerzbank, il cda prepara la dote

Salva
Salva
Condividi
Redazione We Wealth
Redazione We Wealth

11 Marzo 2019
Tempo di lettura: 2 min
Tempo di lettura: 2 min
Salva
  • La nuova realtà potrebbe contare su 1,9 miliardi di asset, posizionandosi come seconda a livello europeo

  • Le società hanno risposto alle indiscrezioni con un “no comment”

Ipotesi nozze sempre più concreta per Deustche Bank e Commerzbank. Secondo quanto riferito da alcuni media il cda di Db avrebbe dato il via libera alle trattative. Nessun commento da parte delle società

Manca ancora la stretta di mano, ma l’ipotesi di un accordo si fa sempre più concreta. Possibili nozze in vista traDeutsche Bank e Commerzbank, secondo quanto riferito da alcuni media. Il consiglio di amministrazione di Deutsche Bank la scorsa settimana avrebbe dato il via libera a trattare con Commerzbank per studiare una fusione tra i due istituti. Stando a quanto riportato da Welt am Sonntag, rilanciato da Reuters e non smentito da Deutsche Bank,i primi contatti informali tra le due banche si sarebbero già tenuti, sia pur a un livello molto preliminare e in riunioni ristrette e interlocutori. I due istituti hanno risposto ai rumors con un “no comment”.

“Preferiamo ancora il nostro piano A e ci piacerebbe fare i nostri compiti e guardare le nostre opzioni strategiche più avanti”, ha riferito al Financial Times una persona vicina al board di Deutsche Bank, spiegando che la preoccupazione dei dirigenti era rivolta al fatto che “alcune parti interessate” avrebbero deliberatamente alimentato i rumors per spingere ad una conclusione le trattative. Cerberus, il gruppo di private equity statunitense tra i maggiori investitori sia di Deutsche Bank che di Commerzbank, sta attivamente spingendo per una fusione, che il ministero delle finanze tedesco potrebbe accogliere positivamente, in quanto creerebbe un campione nazionale nel settore bancario. La nuova realtà, infatti, potrebbe contare su 1,9 miliardi di asset, posizionandosi come seconda a livello paneuropeo.

Lo scorso autunno, l’amministratore delegato di Deutsche Bank, Christian Sewing, aveva dichiarato che prima di impegnarsi in un accordo, il suo istituto avrebbe dovuto passare almeno i prossimi 12-18 mesi a “mettere ordine in casa”. “Ci sono diverse opzioni, una fusione domestica con potrebbe essere una di queste“, ha aggiunto una persona che ha familiarità con le deliberazioni interne della banca. Il comitato esecutivo di Deutsche Bank avrebbe discusso l’ipotesi nella seconda parte di febbraio e conferito a Sewing un mandato formale per esplorare informalmente una potenziale fusione con Commerzbank.

Redazione We Wealth
Redazione We Wealth
Condividi l'articolo
ALTRI ARTICOLI SU "Aziende e Protagonisti"
ALTRI ARTICOLI SU "Banche"
ALTRI ARTICOLI SU "Deutsche Bank"