PREVIOUS ARTICLENEXT ARTICLE

Consultinvest rileva Sol&Fin e punta a 5 miliardi di masse

Consultinvest rileva Sol&Fin e punta a 5 miliardi di masse

Salva
Salva
Condividi
Stefania Pescarmona
Stefania Pescarmona

27 Ottobre 2020
Tempo di lettura: 2 min
Tempo di lettura: 2 min
Salva

L’unione con Sol&Fin consentirà a Consultinvest di consolidarsi ulteriormente nel mercato della consulenza finanziaria e dell’advisory. Obiettivo? Arrivare a volumi intorno a 5 miliardi di masse in tempi non troppo lontani, continuando ad aggregare soggetti che condividono la stessa visione

Raggiungere quota 5 miliardi di euro di masse e creare un operatore di grandissimo spessore, stabile e profittevole. Questo l’obiettivo di medio periodo che Maurizio Vitolo, fondatore del gruppo Consultinvest, ha illustrato a We Wealth, in occasione del via libera di Bankitalia all’unione del gruppo finanziario con Sol&Fin, società fondata da Gianfranco Cassol, con sede a Milano e una dote di oltre 150 professionisti.

Si tratta di un matrimonio importante nel mercato delle reti che vede l’unione di due realtà storiche nel mondo della consulenza che insieme raggiungono un totale di masse superiore a 2 miliardi di euro e una struttura di 450 professionisti su tutto il territorio italiano, con un sistema di prodotti innovativi e piattaforme operative di nuova generazione.  Un gruppo che, considerando anche la società di gestione e la parte assicurativa, supera i 3 miliardi di euro di asset in gestione e in consulenza.

L’unione con Sol&Fin consentirà al gruppo Consultinvest di consolidarsi ulteriormente nel mercato della consulenza finanziaria e dell’advisory, e allo stesso tempo di proseguire nel percorso di crescita che nel corso degli ultimi 12 mesi ha prodotto altre due operazioni di rilievo, prima attraverso la partnership con Alpenbank e poi con l’acquisizione di Multilife, lo scorso luglio, che ha permesso alla società di allargare il perimetro anche al settore assicurativo.

“Abbiamo più volte ribadito la volontà di crescere per aggregazioni e l’operazione Sol&Fin è un ulteriore traguardo, da cui ripartiamo per proseguire nel nostro piano di sviluppo volto a posizionarci sempre più tra i protagonisti del mercato”, ha specificato Vitolo, che ha ricordato che Consultinvest è nata più 30 anni di anni fa. All’inizio era soltanto una società di gestione del risparmio, poi – pochi anni fa – ha deciso di intraprendere anche la strada dello sviluppo di una rete di consulenza finanziaria.  “Non venendo da quel mondo, abbiamo iniziato con varie operazioni di aggregazione – ha spiegato il fondatore di Consultinvest – Abbiamo cercato di mettere assieme delle aziende che erano già in questo settore; abbiamo infatti fatto varie operazioni negli ultimi anni. Sol&Fin non sarà l’ultima acquisizione in assoluto perché riteniamo che sia tempo di creare un operatore indipendente che possa in maniera profittevole stare sul mercato. Per questo riteniamo che sia necessario raggiungere  volumi più elevati di quelli che abbiamo oggi. Abbiamo, infatti, un obiettivo di arrivare a volumi intorno a 5 miliardi di masse  in tempi non troppo lontani, continuando ad aggregare soggetti che  condividono la nostra visione”. Secondo Vitolo,  bisogna quindi essere più grandi, specializzarsi e acquisire le migliori tecnologie per avere un servizio di alta qualità.  E per farlo bisogna mettere assieme operatori che condividono la stessa vision.

“I 5 miliardi sono legati al fatto che, tenuto conto di quelli che sono i costi, che sono sempre più elevati per svolgere in maniera efficace questa attività,  riteniamo che quella sia una cifra necessaria per far sì che questa attività sia profittevole e perché ci possa essere un operatore forte sul mercato. Quindi più che un traguardo diciamo e la stima di un obiettivo di volumi che ci possono consentire di operare con tranquillità, profittabilità ed efficienza”, precisa il fondatore di Consultinvest.

Quando? Dipenderà dalle opportunità che si presenteranno sul mercato. “Noi siamo molto attivi sul mercato, stiamo facendo molti colloqui, e pensiamo di poter definire qualcosa nel prossimo anno, perché queste operazioni hanno dei tempi di realizzazione molto lunghi (normalmente ogni operazione richiede circa un anno, ndr) e complice il covid si fa più fatica, soltanto a incontrare le persone.

Questo periodo non spaventa però Consultinvest. “Dal punto di vista operativo fortunatamente avevamo completato prima del lockdown la digitalizzazione di tutti i nostri sistemi, per cui fin da subito siamo riusciti a garantire a tutta la nostra clientela la più totale e piena operatività”, ha concluso Vitolo.

Stefania Pescarmona
Stefania Pescarmona
Direttore di We-Wealth.com e caporedattore del magazine. Ha lavorato a MF, Bloomberg Investimenti, Finanza&Mercati. Ha collaborato con Affari&Finanza (Repubblica) e Advisor
Condividi l'articolo
ALTRI ARTICOLI SU "Aziende e Protagonisti"
ALTRI ARTICOLI SU "Consultinvest"
ALTRI ARTICOLI SU "Consulenti"