PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

Cerberus prende quota in Officine CST

06 Luglio 2018 · Teresa Scarale

Da oggi, il 57% di CST è stato acquisito da Cerberus Capital Management, leader internazionale nel settore degli investimenti alternativi

La gestione del credito nei confronti della Pubblica Amministrazione è faccenda complessa, è risaputo. E Officine CST SpA è una società primaria in questo campo. Serve infatti grandi clienti come banche, investitori istituzionali, utilities e multinazionali, sia piccole e medie imprese. Da oggi, il 57% di CST è stato acquisito da Cerberus Capital Management, leader internazionale nel settore degli investimenti alternativi.

Il fondatore di Officine CST Gianpiero Oddone continuerà ad essere amministratore delegato della società e azionista con il 28%. Roberto Nicastro (in foto), senior advisor di Cerberus, sarà presidente non esecutivo.

La storia di Cerberus

In Europa Cerberus vanta un lungo track record di investimenti nei settori del credito, private equity e real estate. Dal 2010 Cerberus ha investito più di 40 miliardi di euro in operazioni con primarie istituzioni finanziarie europee. Dal 2013 è inoltre il più grande acquirente in Europa di Npl e di Reo. Vale a dire di non performing loans e di asset immobiliari. In Italia Cerberus ha acquisito o ottenuto portafogli NPL e REO garantiti/non garantiti per un valore lordo di oltre € 5,5 miliardi e circa 400.000 prestiti. Con un prezzo di acquisto superiore a € 1,6 miliardi.

La storia di Officine

Officine CST nasce nel 2004 e opera nell’origination, analisi, valutazione, certificazione, gestione, cessione pro soluto e recupero, stragiudiziale e giudiziale, di portafogli di crediti di importo rilevante. La società è leader nella gestione di processi di certificazione del credito verso la Pubblica Amministrazione. Ha gestito inoltre fino ad oggi oltre 8 milioni di fatture, emesse da circa 8.000 imprese in diverse regioni italiane. Si è concentrata soprattutto sui crediti verso il Sistema Sanitario Nazionale. Dal 2009, ha ulteriormente allargato i servizi di gestione del credito, operando verso tutta la Pubblica Amministrazione. Intesa sia come enti locali che centrali. E verso il mercato dei crediti corporate. Anche in interoperativita’ con la PCC (Piattaforma di Certificazione del Credito del MEF) e con la prestazione di servizi c.d. Master Legal. Si tratta di outsourcing completo e altamente automatizzato della gestione giudiziale del credito.

Nel 2012 Officine è entrata nel settore dei crediti non performing non garantiti, vantati da utilities nei confronti di privati. E anche in quello dei crediti non performing garantiti, vantati da istituti bancari nei confronti della propria clientela.

Dal 2017 Officine gestisce Crediticertificati.it un marketplace digitale per lo smobilizzo e la monetizzazione dei crediti verso la PA anche in partnership con varie associazioni di categoria.

Le dichiarazioni

Roberto Nicastro, senior advisor Europa per Cerberus, ha così commentato: “Officine CST rappresenta un importante investimento diretto di Cerberus in una società operativa italiana che è una piattaforma per la crescita futura. Grazie alla partnership con Gianpiero e il suo team, siamo convinti che Cerberus possa migliorare l’obiettivo della società nel fornire supporto alle imprese nella gestione efficiente del credito nei confronti della Pubblica Amministrazione. Officine CST è cresciuta rapidamente grazie alla qualità del servizio offerto. Ciò continuerà ad essere centrale anche nella prossima fase di sviluppo, ed è un aspetto sul quale Cerberus intende continuare a investire”.

Gianpiero Oddone, amministratore delegato di Officine CST ha commentato: “Cerberus come partner strategico e investitore rappresenta una grande opportunità per accelerare la nostra crescita ed esprimerne al meglio il nostro potenziale. Questa partnership e questo investimento ci permetteranno di rafforzare la posizione competitiva. E di sviluppare ulteriormente le piattaforme tecnologiche al servizio sia dei grandi clienti che delle piccole medie imprese italiane per le quali il miglioramento della liquidità dei crediti della Pubblica Amministrazione rappresenta un contributo aziendale concreto”.

Teresa Scarale
Teresa Scarale
VUOI LEGGERE ALTRI ARTICOLI SU: