PREVIOUS ARTICLENEXT ARTICLE

Mediolanum e Anima migliori in Europa secondo Ubs

Mediolanum e Anima migliori in Europa secondo Ubs

Salva
Salva
Condividi
Livia Caivano
Livia Caivano

08 Marzo 2019
Tempo di lettura: 3 min
Tempo di lettura: 3 min
Salva
  • Nel report analizza i conti del 2018 e i dati di raccolta dei primi mesi del 2019

  • Nel giorno della pubblicazione dei conti, sia Banca Mediolanum che Anima hanno visto i rispettivi titoli correre in borsa

I risultati degli asset manager europei nel 2018 non sono stati all’altezza delle aspettative ma qualcuno che si salva c’è. La fotografia dello stato di salute dei gestori europei di Ubs

I numeri della seconda metà del 2018 degli asset manager europei hanno tradito le aspettative in fatto di masse in gestione, flussi, ricavi e risultato operativo. La crescita organica dell’Aum per i gestori patrimoniali europei è stata negativa per il 3% su base annua e in calo dal 5% rispetto alla prima metà dell’anno. Si è trattato, scrive Ubs, del primo calo – in media – degli asset in gestione, dal 2013.

I flussi dei fondi, prosegue il report, sono rimasti deboli per i gestori patrimoniali a febbraio 2019, nonostante il miglioramento del contesto di mercato. “Se i flussi di fondi rimangono depressi, riteniamo che ulteriori espansioni multiple saranno limitate nel breve termine”.

I preferiti di Ubs

Per Banca Mediolanum la previsione di Ubs è che la solidità della sua attività bancaria e il miglioramento delle commissioni di performance guideranno un forte aumento degli utili del 2019. L’istituto guidato da Massimo Doris nel giorno della pubblicazione dei risultati ha visto il titolo crescere in borsa del 3,8% .

Giudizio: buy

Prezzo obiettivo: 7,3 euro

Anima dovrebbe invece beneficiare della recente estensione Tltro. Se da un a parte è vero che Anima ha dovuto affrontare costi straordinari più elevati del previsto per l’integrazione di Aletti Gestielle, lo è anche il fatto che i risultati sono stati superiori alle attese. I ricavi netti, pari a 78,1 milioni di euro, sono stati superiori dell’1% rispetto alle aspettative e i costi operativi inferiori del 4% rispetto a UBSe. I risultati sono stati accolti positivamente dal mercato e il titolo ha registrato un aumento di circa il 4% in borsa dopo l’annuncio.

Giudizio: buy

Prezzo obiettivo: 5,5 euro.

Le performance dei prezzi azionari dei gestori europei sono state generalmente positive negli ultimi tempi, ma l’analisi vede un collegamento più con il rally del mercato azionario che non con i risultati sottostanti dell’ultimo trimestre.

Livia Caivano
Livia Caivano
Condividi l'articolo
Se non vuoi mancare aggiornamenti importanti per te, registrati e segui gli argomenti che ti interessano.
ALTRI ARTICOLI SU "Asset Managers"
ALTRI ARTICOLI SU "Banca Mediolanum"
ALTRI ARTICOLI SU "Anima"