PREVIOUS ARTICLENEXT ARTICLE

Invesco-Oppenheimer, la prossima grande fusione

Invesco-Oppenheimer, la prossima grande fusione

Salva
Salva
Condividi
Redazione We Wealth
Redazione We Wealth

24 Settembre 2018
Tempo di lettura: 2 min
Tempo di lettura: 2 min
Salva
  • Oppenheimer Funds è stata fondata nel 1959 e acquistata da Mass Mutual nel 1990

  • Impiega oltre 2000 persone

  • Attualmente è guidata da Art Steinmetz, un veterano di 32 anni

Invesco sarebbe pronta a concludere un accordo per l’acquisto di Oppenheimer Funds, di proprietà dell’assicurazione americana Mass Mutual, per circa 5 miliardi di dollari. Lo riporta il Financial Times

Secondo quanto riportato dal Financial Times, Invesco sarebbe pronta all’acquisto di Oppenheimer Funds. L’accordo, se confermato, vedrà riconoscere a Mass Mutual un assegno da 5 miliardi di dollari.

Oppenheimer Funds è stata fondata nel 1959 e acquistata da Massachusetts Mutual Life Insurance nel 1990 per circa 150 milioni di dollari. Impiega oltre 2000 persone con posti di lavoro a New York, Dallas, Seattle, Denver, Rochester e New York, ed è attualmente guidata da Art Steinmetz, un veterano di 32 anni .

Vento di cambiamento

Per gli ultimi dieci anni il settore finanziario ha navigato con il vento in poppa grazie ai mercati in crescita. Ora però, con i bassi margini offerti dai gestori di fondi passivi, i tassi a zero e i costi di know-how sempre più elevati, sono molti gli analisti che prevedono per i prossimi anni una battuta d’arresto. In Italia, secondo Prometeia, circa un terzo dei fondi ha una struttura dei costi non all’altezza dei rendimenti delle asset class su cui investono e promettono. Per far fronte al calo dei ricavi, alcuni trovano risposta nelle aggregazioni di reti e asset management.

Se confermato, questo accordo tra Invesco e Oppenheimer Funds potrebbe essere il più importante nell’industria dalla fusione di Normal Life e Aberdeen Asset Administration nel 2017 e di Janus Capital e Henderson International Traders nel 2016.

L’acquisizione spingerebbe le masse in gestione di Invesco oltre il triliardo, portando così l’asset manager nell’Olimpo del business mondiale, insieme a nomi del risparmio gestito come BlackRock, Vanguard, Capital Group o Amundi. Né Oppenheimer Funds né Invesco hanno voluto commentare.

Le attività preliminari in gestione di Invesco a fine maggio sono state di 977,3 miliardi di dollari. L’aumento è stato trainato da rendimenti di mercato favorevoli, entrate derivanti dalla gestione delle commissioni, aumento del mercato monetario, masse e afflussi netti di lungo termine. Inoltre durante il mese, la società aveva riclassificato alcuni asset under management precedentemente registrati come passivi ad attivi per un totale di 2,9 miliardi di dollari.  Per quanto riguarda Oppenheimer Funds, secondo il suo sito web, la società alla fine del mese scorso gestiva circa 250 miliardi di dollari di asset.

Redazione We Wealth
Redazione We Wealth
Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU:Asset ManagersInvesco