PREVIOUS ARTICLENEXT ARTICLE

Il mondo della finanza punta sempre di più sulla “S” degli Esg

Il mondo della finanza punta sempre di più sulla “S” degli Esg

Salva
Salva
Condividi
Redazione We Wealth
Redazione We Wealth

25 Febbraio 2021
Tempo di lettura: 2 min
Tempo di lettura: 2 min
Salva
  • La finanza sta dunque lanciando prodotti sempre più attenti a tutti gli aspetti degli Esg

  • La strada da fare è ancora lunga e si è solo all’inizio

La pandemia ha dato una spinta a diversi fattori. Da anni si puntano sugli Esg con focus l’ambiente, adesso l’attenzione si è spostata sulla “S”

La pandemia da covid-19 ha spinto l’acceleratore su diversi fattori. Uno di questi è proprio la sostenibilità in tutte le sue forme. Questo ha portato diverse società a focalizzarsi sempre di più sui fattori Esg a 360° (non solo l’ambiente). Ed è proprio su questa scia che il mondo finanziario si è mosso. Bnp Paribas asset management ha deciso di ristrutturare il fondo Bnp Paribas Human Development, ridenominandolo “Bnp Paribas inclusive growth”, introducendo una nuova strategia di investimento orientata alla crescita inclusiva, che punta a generare rendimento investendo in aziende che dimostrano un approccio pro-attivo verso la riduzione delle disuguaglianze legate al reddito, all’istruzione, al genere, all’origine etnica, geografica, all’età o alla disabilità.

Il nuovo fondo si allinea perfettamente alla “global sustainability strategy di Bnpp Am,” di cui uguaglianza e crescita inclusiva rappresentano, insieme alle tematiche della transizione energetica e alla tutela dell’ambiente, uno dei tre pilastri chiave. Questo argomento, spesso percepito come secondario, è invece una componente essenziale dei punteggi Esg delle aziende; la rilevanza della dimensione sociale è peraltro messa in evidenza dalla crisi economica e sanitaria che il mondo sta attraversando.

In cosa investe?

Bnp Paribas inclusive growth investe in imprese che contribuiscono positivamente alla diversità e all’inclusione. La sua strategia d’investimento si basa su 5 grandi sfide sociali, identificate come le principali cause delle disuguaglianze:

  • Proteggere le componenti più fragili della società
  • Favorire la mobilità sociale
  • Sviluppare un’offerta di qualità accessibile al maggior numero possibile di persone
  • Rispettare l’etica degli affari
  • Promuovere la decarbonizzazione e la biodiversità

“Nella convinzione che la crescita inclusiva sia fonte di risultati finanziari sostenibili e di una migliore gestione del rischio a lungo termine, Bnp Paribas inclusive growth mira a offrire a investitori istituzionali e risparmiatori rendimenti potenzialmente interessanti, contribuendo al contempo a un’economia che crea opportunità per tutti” si legge nella nota della società.

 La valutazione

Ma le novità non finisco qua, perché Bnpp Am ha sviluppato un metodo di valutazione proprietario che combina l’esperienza del suo dipartimento di ricerca quantitativa con le capacità di analisi dei dati non finanziari del suo team di esperti in analisi Esg.

A tutti i titoli viene assegnato un rating su una scala da 0 a 100, in funzione di indicatori Esg associati a una gamma specifica di criteri inerenti alla crescita inclusiva. Questi criteri riguardano i contratti di lavoro, le condizioni di lavoro, la parità salariale, la diversità dei profili all’interno dell’impresa, la percentuale di donne dirigenti, la presenza di donne in posizioni direttive, la gestione dei talenti, la formazione professionale, l’offerta di prodotti e servizi per i consumatori a basso reddito, la politica di remunerazione dei dirigenti. Il punteggio inclusivo finale assegnato a ogni società viene stabilito sulla base di una sovraponderazione dei criteri sociali(che contano il 65% del punteggio inclusivo, contro il 20% dei criteri di governance e il 15% dei criteri ambientali).  In questo modo vengono identificati i leader della crescita inclusiva.  Le società con un rating inferiore a 20 su 100 sono automaticamente escluse dall’universo d’investimento.

“Integrando alcuni specifici indicatori di performance di una società, quali il tasso di rotazione dell’organico o la diversità all’interno del consiglio di amministrazione, il nostro modello proprietario consente di filtrare l’universo d’investimento identificando le aziende migliori da questo punto di vista. A partire da un migliaio di imprese inizialmente identificate, il nostro approccio finanziario consente di costruire un portafoglio di azioni concentrato composto da 40-60 titoli. Questa gestione “high conviction” ci permette di individuare i leader della crescita inclusiva e risponde alle aspettative dei nostri clienti che desiderano generare un impatto positivo sulla società di domani creando valore nel lungo periodo”, dichiara Maria Luz Diaz Blanco e Anne Froideval,gestori del fondo Inclusive growth,

Redazione We Wealth
Redazione We Wealth
Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU:Asset ManagersBNL BNP Paribas