PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

Due fondi tematici, un Eltif e due nomine per Kairos

Due fondi tematici, un Eltif e due nomine per Kairos

Salva
Salva
Condividi
Francesca Conti
Francesca Conti

12 Novembre 2019
Tempo di lettura: 5 min
Tempo di lettura: 5 min
Salva
  • A partire dal 12 novembre Kairos lancia due fondi tematici: Kis Millennials e Kis ActivEsg

  • A gennaio 2020 sarà lanciato il Kais Renaissance Eltif, che va nella direzione di sostenere l’economia reale selezionando realtà imprenditoriali europee di medio-piccola dimensione

  • Secondo quanto risulta a We Wealth, anche Hedge Invest Sgr sta lavorando a un Eltif

Un poker di iniziative per il rafforzamento di Kairos: la boutique milanese di gestione patrimoniale lancia due fondi tematici, uno dedicato ai Millennials e uno al mondo Esg ed è pronta a lanciare un Eltif nel 2020. In arrivo anche un nuovo coo, Loris Vallone e un membro del team investimenti

Un fondo dedicato ai Millennials, uno al mondo Esg, un Eltif e due nuovi ingressi. È un poker di iniziative quello lanciato da Kairos, mirato a potenziare lo sviluppo dell’attività sia nell’asset management che nel wealth management con un rinnovato allineamento strategico con l’azionista, Julius Baer.

“Kairos si conferma in prima linea nella creazione di valore attraverso le migliori strategie di investimento e questi nuovi prodotti che puntano a generare alpha nel lungo periodo con una gestione attiva, da sempre caratteristica distintiva di Kairos, ne sono un esempio concreto”, ha commentato Guido Maria Brera, chief investment officer di Kairos.

“Abbiamo individuato i maggiori trend alla base di un cambiamento sociale ed economico con una prospettiva di crescita di medio-lungo periodo per cogliere al meglio le nuove opportunità di investimento con un maggior contenimento del rischio anche in periodi di forte volatilità dei mercati finanziari”, ha aggiunto il cio di Kairos.   

I nuovi fondi

L’ampliamento dell’offerta delle strategie di investimento gestite da Kairos prevede il lancio a partire dal 12 novembre di due fondi tematici, Kis Millennials e Kis ActivEsg. A gennaio 2020, invece, sarà lanciato il fondo Kais Renaissance Eltif.

Kis Millennials

Il fondo Kairos International Sicav Millennials seleziona le società all’avanguardia capaci di beneficiare delle nuove tendenze dettate dai Millennials, i nati tra il 1980 e il 2000 e allineare lo sviluppo del business ai nuovi modelli comportamentali di quella generazione.

Cresciuti in un’epoca di forte sviluppo tecnologico, le preferenze, le abitudini di spesa e di consumo dei Millennials (solo per citarne alcuni: il co-sharing, una forte predisposizione price sensitive e agli acquisti online) hanno portato a una forte trasformazione degli stili di vita, principalmente negli Stati Uniti e nei paesi emergenti e sono il driver di un cambiamento sociale ed economico che solo alcune imprese sono in grado di cogliere.

Gestito da Pio Benetti e da Riccardo Baldissera, il Kis Millennials é un comparto azionario tematico di Kairos International Sicav (Sicav di diritto lussemburghese), denominato in dollari, che investe almeno il 70% del portafoglio in società quotate negli Stati Uniti.

Kis ActivEsg

Kairos International Sicav ActivEsg è invece dedicato al tema della sostenibilità secondo i principi Esg (environmental, social and governance) di investimento socialmente responsabile. Si tratta di uno dei primi prodotti Esg in Italia basato su una strategia long-short e si pone l’obiettivo di perseguire un apprezzamento del capitale nel medio-lungo termine con un’allocazione patrimoniale in azioni europee di media e grande capitalizzazione con orientamento agli investimenti sostenibili e socialmente responsabili.

I gestori del fondo sono Riccardo Valeri, portfolio manager specializzato sul mercato azionario europeo, Massimiliano Comità, portfolio manager con un’esperienza pluriennale nella gestione dei portafogli personalizzati e nell’attività di risk management e  Sabino Delfino, co-portfolio manager con un’esperienza maturata nell’analisi quantitativa e nel risk management.

L’indice di riferimento è lo Stoxx Europe 600 Esg-X e Kairos è la prima società in Italia a utilizzarlo. Inoltre Kairos, nella costruzione del processo di investimento, si avvale della ricerca Esg di Sustainalytics, agenzia Europea indipendente e leader a livello globale nella ricerca Esg e servizi di engagement.

Kairos ha dichiarato il proprio impegno per un sistema finanziario globale più sostenibile sottoscrivendo lo scorso luglio i principi promossi dall’Onu Principles for Responsible Investment, integrando le tematiche Esg nell’analisi e nei processi di investimento. Inoltre, a sostegno dell’impegno di Kairos su questo fronte, l’attuale prodotto Kis Europa diventerà, entro la fine dell’anno, Kis Europa Esg, orientando la propria politica d’investimento ai criteri Esg.

A gennaio 2020 arriva un Eltif

A partire dall’inizio del prossimo anno arriverà invece il primo Eltif targato Kairos. Si tratta del Renaissance Eltif, sigla per Kairos Alternative Investment Sicav Renaissance Eltif. Sarà un fondo chiuso Eltif, che va nella direzione di sostenere l’economia reale selezionando realtà imprenditoriali europee di medio-piccola dimensione. L’Eurizon Italian Fund Eltif è stato il primo fondo europeo a lungo termine ad essere lanciato nella penisola lo scorso gennaio. Ma altri intermediari sarebbero pronti a lanciarsi negli Eltif. Secondo quanto risulta a We Wealth, anche Hedge Invest Sgr sta lavorando a un Eltif.

Due nuove nomine

Kairos ha anche rafforzato la propria squadra attraverso la nomina a chief operating officer di Loris Vallone e l’ingresso di Riccardo Quagliotti nel team investimenti. La nomina di Vallone, sottolinea Kairos, dimostra in modo concreto la rinnovata alleanza e allineamento strategico con l’azionista Julius BaerVallone proviene infatti da Julius Baer, dove ha lavorato fin dal 2011: è stato head of portfolio management international nella divisione investment management e head of product and services a Londra.

Nel corso degli anni il manager ha ricoperto diversi ruoli strategici tra Zurigo, Lugano, Milano e Londra. In particolare dal 2012 al 2016 è stato membro del consiglio di amministrazione in Kairos Julius Baer Simche segna il primo importante traguardo della partnership strategica tra le due società. In precedenza ha maturato una lunga esperienza in Credit Suisse nell’ambito dei servizi di consulenza e gestione patrimoniale.

Loris Vallone, Kairos
Loris Vallone, coo di Kairos

In aggiunta al suo nuovo ruolo di coo di Kairos, Vallone coordinerà una task force dedicata a completare il piano industriale con l’obiettivo di accelerare il processo di crescita di Kairos e attivare le sinergie di business nel mercato italiano della gestione dei patrimoni.

Vallone riporta a Fabrizio Rindi, nominato a inizio settembre ceo di Kairos, che ha commentato il suo arrivo: “Con l’ingresso di Loris in Kairos rafforziamo la squadra: stiamo lavorando per un grande progetto comune che farà leva sulla forte sinergia tra il know-how gestionale di Kairos e l’esperienza di Julius Baer nel wealth management, per offrire al mercato italiano uno standard di qualità sempre più elevato e un’offerta ancora più diversificata. Ho avuto diverse occasioni di collaborare con Loris in passato, che mi hanno permesso di consolidare la stima che nutro nei suoi confronti”.

 Recentemente si è unito al team investimenti di Kairos Riccardo Quagliotti. Dopo un’esperienza decennale in Barclays come responsabile del cash equity desk, preceduta da un lungo percorso lavorativo in Lehman Brothers International come responsabile cash sales Usa e Europa e in Paine Webber, a Ginevra, nell’advisory Equities Usa, Riccardo Quagliotti si unisce alla squadra Investimenti di Kairos a Milano come senior equity analyst per seguire i nuovi trend di mercato con focus su tecnologia, media e internet.

Francesca Conti
Francesca Conti
Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU: Asset Managers Kairos Millennials