PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

Borsa Italiana dà il benvenuto ai primi 3 Etf Goldman Sachs AM

Borsa Italiana dà il benvenuto ai primi 3 Etf Goldman Sachs AM

Salva
Salva
Condividi
Gloria Grigolon
Gloria Grigolon

20 Novembre 2019
Tempo di lettura: 3 min
Tempo di lettura: 3 min
Salva
  • Oggi il lancio in Borsa Italiana dei primi tre Etf Goldman Sachs Asset management su Large cap statunitensi, Emerging Markets equity e China Government Bond

  • L’offerta di Etf si affianca alla gamma di fondi attiva Gsam, col fine di creare “portafogli sempre più efficienti e diversificati”

  • “E’ sempre più difficile ignorare la Cina in un’ottica di costruzione efficiente di portafoglio”

Goldman Sachs Asset management approda in Borsa Italiana con i primi tre Etf rivolti al mercato nazionale (e già quotati a Londra). Obiettivo del gruppo: creare portafogli sempre più diversificati grazie ad una gamma di prodotti complementari

Borsa Italiana dà il benvenuto ai primi tre Etf a firma Goldman Sachs Asset management (Gsam). Il colosso americano penetra così il segmento degli strumenti passivi tricolore, rispettivamente per le categorie Large cap statunitensi, azionario mercati emergenti e bond governativi cinesi. L’offerta va a completare la gamma di fondi attivi Gsam già presenti sul mercato, al fine di creare “portafogli sempre più efficienti e diversificati” ha precisato Loredana La Pace, Country head per l’Italia di Gsam, che ha aperto i lavori della cerimonia di quotazione in Borsa Italiana.

Etf: la sfida di Gsam sul mercato italiano

Con l’arrivo di Goldman Sachs AM, Borsa Italiana tocca la soglia dei 21 emittenti di Etf, per un totale di masse da 83 miliardi (di cui 6 miliardi tra Etn ed Etc). “Oggi tutti vogliono un posto nel mercato degli Etf” ha commentato Peter Thompson, Head of European Etf business di Gsam. Un mercato europeo che “risulta indietro di circa un decennio rispetto a quello statunitense, nonostante cresca ad un ritmo parimenti sostenuto”. Con 14,4 miliardi di dollari di masse in gestione e 19 strumenti attivi sul mercato, il comparto Etf di Gsam “è tra le realtà a maggior crescita negli Stati Uniti” e, ha aggiunto l’esperto, “ci aspettiamo di vedere una crescita altrettanto positiva anche sul mercato italiano”, caratterizzato da una partecipazione attiva degli investitori diretti retail.

Nello specifico dei tre prodotti, GS ActivBeta Us Large Cap Equity Ucits Etf traduce in versione europea l’Etf di punta emesso dalla casa sul mercato a stelle e strisce, il più grande strumento passivo azionario multifattoriale al mondo per masse in gestione (pari a circa 6,5 miliardi di dollari).

GS ActivBeta Emerging Markets Equity Ucits Etf, strumento in dollari prezzato in euro, racchiude al proprio interno l’esperienza maturata negli anni da Goldman Sachs in materia di mercati emergenti. Opportunità sul comparto azionario da cogliere con una view opportunistica.

Infine, GS ActivBeta China Government Bond Ucits Etf offre un’esposizione diretta al mercato governativo cinese rispondendo alla necessità di includere la più grande economia d’oriente in portafoglio. “E’ sempre più difficile ignorare la Cina in un’ottica di costruzione efficiente di portafoglio” ha commentato Thompson, nonostante il grosso dei mercati e dei portafogli sia attualmente sottopesato su tale area geografica. “Questo Etf risponde alla domanda di coloro che si domandano come fare per partecipare al mercato cinese”.

Gloria Grigolon
Gloria Grigolon
Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU: Asset Managers Goldman Sachs ETF
ALTRI ARTICOLI SU "Asset Managers"
ALTRI ARTICOLI SU "Goldman Sachs"
ALTRI ARTICOLI SU "ETF"