PREVIOUS ARTICLENEXT ARTICLE

Trimestrali Usa: i certificati per sfruttare i trend di mercato

12 Ottobre 2020 · Gloria Grigolon

Mercato a stelle e strisce diviso su più fronti, mosso dall’incertezza legata alle elezioni americane, alla pandemia da covid-19 e al reale stato di salute dell’economia statunitense, in attesa di conoscere le trimestrali del terzo trimestre. Come investire?

In attesa di sapere quando e se saranno varati dal governo nuovi stimoli a favore del tessuto economico e sociale americano, il mercato si allinea agli avvenimenti di breve, non da ultimo l’appuntamento con gli utili societari del terzo trimestre, che inizierà martedì 13 ottobre con il settore bancario: in ordine saranno JP Morgan e Citigroup ad aprire le danze martedì 13, seguite da Goldman Sachs, Bank of America e Morgan Stanley.

Trimestrali Usa: i nomi delle big in calendario

Le cifre del comparto tech saranno invece rilasciate nella seconda metà del mese: il 26 ottobre sarà la volta di Alphabet, seguita il 28 ottobre da PayPal e il 29 ottobre da Facebook e Apple.

Netflix, Tesla, Microsoft e Amazon anticipano le altre, con una release, la prima, in data martedì 20, la seconda, in data 21 ottobre, le ultime due, giovedì 22 ottobre.

Oltre alla ripresa post pandemia, le aspettative del mercato nei confronti delle aziende di Tim Cook e Jeff Bezos si alzano in attesa di conoscere gli effetti post 13 ottobre, giorno in cui Cupertino terrà un evento per annunciare l’uscita dell’iPhone12 (e magari qualche accenno alla nuova tecnologia 5G), mentre Amazon sarà impegnata nell’avvio della due giorni di Prime Day.

Come investire nelle big del comparto Usa?

Per rispondere ad una esigenza di posizionamento di breve-medio termine, UniCredit ha lanciato una nuova gamma gli Airbag Cash Collect Worst Of Certificate, certificati a 3 anni, con sottostante azionario (sia internazionale che italiano), che pagano un premio mensile condizionato compreso tra un minimo dello 0,45% e un massimo dell’1,90% a seconda dei panieri.

“Grazie all’effetto memoria” hanno spiegato da UniCredit, “i premi eventualmente non corrisposti non vengono persi, ma saranno pagati successivamente se, in una delle successive date di osservazione, la condizione del pagamento sarà soddisfatta”. Oltre all’effetto memoria, “gli Airbag Cash Collect Worst Of Certificate prevedono la possibilità di rimborso anticipato a partire dal sesto mese e, a scadenza, l’effetto difensivo denominato Airbag”.

Certificati Airbag Cash Collect Worst Of: la selezione

Tra i prodotti in focus, quello con sottostante Microsoft, Apple e Paypal (DE000HV4GUU0) prevede un premio mensile condizionato pari al 0,6% ed un volume denaro/lettera attorno al livello dei 100 euro.

Una alternativa è rappresentata dal certificato con sottostante Amazon, Netflix e Tesla (DE000HV4GUT2), il cui premio mensile condizionato tocca quota 1,90%, ma il cui prezzo denaro/lettera si aggira tra i 104 e i 105 euro.

Al momento della scadenza – ottobre 2023 – l’investitore avrà di fronte due possibili scenari: se il valore dell’azione con la performance peggiore nel paniere sottostante è pari o superiore al valore della barriera, il Certificate rimborsa 100€, oltre al premio; se il valore dell’azione con la performance peggiore nel paniere sottostante è inferiore al livello di barriera, viene corrisposto un valore inferiore all’Importo nominale.

“Grazie all’effetto Airbag” hanno inoltre precisato da UniCredit, “il valore di rimborso non segue linearmente la performance del sottostante peggiore ma è superiore alla stessa, e viene calcolato come: valore di rimborso = importo nominale × [valore finale ÷ (strike × barriera)]”.

 

 

Clicca qui per scoprire l’intera gamma di prodotti.

Unicredit
VUOI LEGGERE ALTRI ARTICOLI SU: