PREVIOUS ARTICLENEXT ARTICLE

Il 2021 è dei consumatori. E di chi ci investe

23 Febbraio 2021 · Gloria Grigolon

Riccardo Baldisserra, portfolio manager di Kairos

Se il 2020 è stato l’anno del digitale, il 2021 sarà l’anno dei consumi. Entrambi, con una variabile comune, i Millennials. Ne parliamo con Kairos Partners Sgr

Sono i consumi il nuovo topic di portafoglio per il 2021, una voce che, specie per i Millennials, implicherà un prosieguo degli acquisti in settori già chiave del 2020, in primis quello della tecnologia, e spese crescenti in quei comparti più legati alla fase di riapertura: viaggi, mobilità, abbigliamento, sharing, esperienze, arredamento, fitness.

Identikit del consumatore

“In una fase di ritorno alla normalità, come prevediamo avvenga grazie alle campagne vaccinali e al crescente sostegno fornito da Banche Centrali e Governi nel corso del 2020” ha sottolineato Riccardo Baldissera, Portfolio Manager del fondo KIS US Millennials ESG di Kairos, “ci troveremo davanti un consumatore estremamente ben posizionato per affrontare il 2021, con bilanci più solidi, debiti più bassi e redditi maggiori”, dati anche dai minori consumi in fase di pandemia. “Il ritorno alla vita normale, insomma, ci porterà a spendere con più forza là dove la pandemia non ci ha dato modo di farlo”.

Investire nei Millennials

Già performante nel 2019, il trend Millennials si è mostrato vincente soprattutto nell’arco del 2020, dove a trionfare sono stati i business propri della generazione digitale e dei suoi consumatori. La rapida accelerata dell’online a discapito dell’offline ha accentuato il passaggio verso nuove esigenze di vita e di spesa, lasciando però sopita quella fetta di attività legata alla convivialità, allo spostamento e alle esperienze.

Per tale motivo, ha aggiunto Baldissera, “all’interno del nostro KIS US Millennials ESG abbiamo limato leggermente l’esposizione ai titoli più legati a tecnologia e innovazione, portandola dal 70% al 50% circa del totale delle realtà investite. Di rimando, abbiamo aumentato la quota in investimenti legati ai consumi, tornati a coprire la metà del Portafoglio”.

A livello settoriale, “la tecnologia resta l’ambito più interessante. Le valutazioni sono sì alte, ma le sue prospettive di crescita restano positive”. A riprova di ciò, una reporting season dell’ultimo trimestre 2020 che ha stupito le aspettative e che ha visto il successo di aree di business chiave del futuro (tra le altre, il cloud, l’AI, lo sviluppo di software e la cybersec). Il tutto, con un focus sui principali trend secolari, in primis quello della sostenibilità.

KIS US Millennials ESG

KIS US Millennials ESG è prevalentemente investito in società statunitensi di media-alta capitalizzazione. Per dare più spazio a nomi meno noti del Comparto, è stato diminuito il peso del primo 20% di società più capitalizzate, aumentando quello del restante 80%.

Anche in questo caso, a prevalere è sempre la caratteristica di gestione attiva, conoscenza diretta delle aziende e approfondita analisi delle opportunità tipica di Kairos.

Al 31 dicembre 2020, il fondo KIS US Millennials ESG ha registrato una performance annua del +47,69%, contro un indice di riferimento già positivo MSCI Usa del +18,92% (Fonte: Elaborazione Kairos su classe P-USD, periodo 01.01-31.12.2020).

 

KAIROS PARTNERS SGR
Kairos, oggi società del Gruppo Julius Baer, nasce nel 1999 come un’iniziativa imprenditoriale nel settore del risparmio gestito. Con le proprie sedi di Milano, Roma, Torino e Londra offre una selezionata gamma di servizi e soluzioni d’investimento per la clientela privata, gli operatori professionali e gli investitori istituzionali. La partecipazione di alcuni top manager di Kairos nel capitale sociale rafforza il completo allineamento di interessi con la clientela. Kairos intende posizionarsi sul mercato come leader nell’innovazione di prodotto, anticipando con lungimiranza i nuovi trend di investimento che impatteranno il nostro futuro.
www.kairospartners.com
VUOI LEGGERE ALTRI ARTICOLI SU: