UniCredit: come battere la volatilità con il giusto strumento

Gloria Grigolon
Gloria Grigolon
8.5.2020
Tempo di lettura: 3'
Coronavirus e distanziamento sociale cambiano la sfera dei titoli difensivi, che si aggiusta attorno alle esigenze specifiche della clientela e alla capacità di fare margine delle singole aziende. Due esempi di business resilienti alla recente volatilità? Piattaforme di e-commerce e produttori di beni di lusso, specie auto di elevato standing
In una fase di incertezza come quella d'inizio 2020 caratterizzata da una discesa generalizzata dei listini azionari ed un ritorno importante della volatilità sui mercati, gli investitori sono tornati a porsi la domanda se è meglio restare alla finestra in vista di nuovi discese, o se tornare sui mercati approfittando di quotazioni a prezzi scontati. Sebbene volatilità e portafogli difensivi sia un binomio non semplice da realizzare, la risposta di UniCredit sembra conciliare ambedue gli aspetti. La banca di piazza Gae Aulenti ha infatti emesso da poco sul mercato SeDEX di Borsa Italiana una nuova emissione di Top Bonus, Certificati di investimento che permettono di “monetizzare la volatilità” e di ottenere rendimenti interessanti anche a breve termine. I Top Bonus Certificate pagano infatti un premio a scadenza (che per questa emissione va dal 5 al 25%) se, a scadenza, il relativo sottostante quota ad un valore pari o superiore al valore di barriera (posto per questa emissione tra il 65 ed il 70%). Questa emissione prevede oltre 30 Top Bonus emessi sui maggiori titoli italiani ed europei, ed una scadenza tra dicembre 2020 e dicembre 2021.

Top Bonus Certificate, l'esempio

Prendiamo ad esempio il Top Bonus Certificate con ISIN DE000HV4EEX3: questo Certificate pagherà un premio dell'8% sul valore nominale nel caso in cui il 18 dicembre 2020 il titolo Intesa Sanpaolo chiuda ad un valore superiore a 0,9681 Eur. Questo Certificate quindi è particolarmente interessante per chi non pensa che Intesa Sanpaolo possa perdere un ulteriore 30% dai corsi attuali, e comprandolo ad un valore pari a 97 Eur si assicurerebbe quindi un rendimento annualizzato pari al 18%. Considerato il contesto di mercato attuale, in cui non è ancora chiaro se le conseguenze macroeconomiche porteranno ad un consolidamento dei mercati o piuttosto verso rinnovate discese prima di una stabilizzazione dei corsi finanziari, lo strumento Top Bonus potrebbe essere quello che meglio si adatta a cogliere opportunità latenti, limitando l'esposizione alle eccessive fluttuazioni di breve. Ricordiamo che i questi Certificate sono quotati su Borsa Italiana dalle 9.05 alle 17.30, non vanno portati necessariamente a scadenza in quanto la liquidità è garantita dal market maker e i rendimenti sono considerati redditi diversi (a differenza di fondi, ETF ed obbligazioni).   Qualche esempio di Top Bonus Certificate con scadenza Dicembre 2020 (consulta la  lista completa)
ISIN SOTTOSTANTE VALORE INIZIALE BARRIERA (a scadenza) BONUS SCADENZA
DE000HV4EEX3 INTESA SANPAOLO 1,383 0,9681 108 18/12/2020
DE000HV4EF19 ENI 8,434 5,9038 106 18/12/2020
DE000HV4EEU9 FCA 7,43 5,201 112 18/12/2020
DE000HV4EET1 BANCO BPM 1,112 0,7784 114 18/12/2020
DE000HV4EF27
LEONARDO- FINMECCANICA
6,576
4,6032
105

18/12/2020

  Clicca qui per avere altre informazioni    

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti