Nel 2040 il ceto medio cinese sarà quattro volte più grande

Giulia Bacelle
Giulia Bacelle
1.3.2021
Tempo di lettura: 3'
La crescita del ceto medio della Cina è spinta da un cambio di paradigma che punta sul consumo domestico. Dove investire per cogliere l’opportunità di questa rivoluzione socioeconomica?
“Nei prossimi 20 anni, i cittadini cinesi che vivono in famiglie con un reddito annuale superiore ai 50 mila dollari potrebbero quadruplicare. Ad oggi, questi sono 47 milioni. Ciò renderà il settore dei consumi cinesi uno dei più interessanti al mondo per gli investitori azionari”. Così Chris Kushlis, Credit analyst di T. Rowe Price. Come muoversi per cogliere l'opportunità di espansione del ceto medio del Dragone?
Quella che spinge la crescita del ceto medio è un cambio di paradigma nell'economia cinese che il governo persegue dal 2006. “Da un modello economico basato su investimenti in beni durevoli ed esportazioni di basso valore, oggi la Cina sta sviluppando un modello fondato sul consumo domestico. Questo ha fatto rallentare il ritmo di crescita del paese: da tassi vertiginosi a doppia cifra, la crescita del Pil nel 2019 era passato a un livello del 6,1%, più sostenibile”, spiega Kushlis. Tuttavia le politiche messe in campo da Pechino mirano a rendere la propria economia più equilibrata, spostando il focus dalle esportazioni al mercato domestico, rendendo così la propria crescita più sostenibile nel lungo periodo. “Via via che questa transizione prosegue, è probabile che il tasso di crescita rallenti ulteriormente”.

Educazione e turismo


Tuttavia, lo sviluppo del ceto medio cinese apre la strada ad aree dell'economia finora rimaste in secondo piano, come l'istruzione, il turismo, il comparto assicurativo e l'automotive.

L'e-commerce


Non solo nuovi settori, però, ma anche nuove modalità di acquisto. Come l'e-commerce: “la Cina continua ad essere il più grande mercato retail online, con ricavi che dovrebbero superare i 14 mila miliardi di dollari nel 2024. Nello scorso anno, il 24,9% delle vendite retail totali nel paese sono state effettuate online, contro il 20,7% del 2019”, aggiunge Kushlis.

L'invecchiamento della popolazione


All'aumentare del benessere, poi, aumenta anche l'età media della popolazione. Una questione cui la Cina sta rispondendo grazie allo sviluppo dell'industria farmaceutica. “Con oltre 4 mila operatori, il paese rappresenta il secondo principale mercato farmaceutico a livello globale, con un vaso potenziale di crescita alimentato dalle iniziative governative”.

Il mercato finanziario si apre al resto del mondo


Nel 2020 la Cina è stata il principale beneficiario di investimenti diretti esteri al mondo, con un aumento degli afflussi del 4% che ha portato il totale a 163 miliardi di dollari. Nello stesso periodo, gli investimenti diretti esteri a livello globale sono calati del 42%”, spiega Kushlis. Questo perché gli investitori stranieri stanno guadagnando maggiore fiducia nel confronto del mercato cinese, che non sembra arrestarsi nel breve periodo. Secondo la Banca Popolare Cinese, “gli investitori stranieri sono arrivati a detenere la cifra record di 2,460 miliardi di yuan di titoli cinesi nel giugno 2020, un aumento del 50% rispetto all'anno precedente. Allo stesso tempo, i bond posseduti dagli stranieri sono aumentati del 27% raggiungendo il massimo storico di 2,570 miliardi di yuan”.
“Siamo convinti che nonostante le sfide e le trasformazioni in corso, la Cina possa rimanere un'economia caratterizzata da una forte crescita nei prossimi anni e le opportunità offerte in particolare dall'espansione del ceto medio continueranno a catturare l'attenzione degli investitori”, conclude Kushlis.

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti