Aziende familiari: pesano tra il 50% e il 70% dei Pil

Gloria Grigolon
Gloria Grigolon
20.7.2020
Tempo di lettura: 3'
Le aziende a conduzione familiare pesano tra il 50% e il 70% dei Pil nazionali, dando impiego solo in Italia a oltre il 90% della forza lavoro
Secondo una ricerca condotta da Pictet Asset Management, “le aziende a conduzione familiare tendono a sovraperformare le aziende simili, sia in termini finanziari che in termini di rendimento per gli azionisti”. C'è però l'altro lato della medaglia: una realtà a conduzione familiare tende ad avere maggiori problemi in termini di dissapori e dispute interne. Per evitare di incorrere in problemi di questo tipo, “in queste società è fondamentale assumere un approccio attivo all'investimento”.

Aziende familiari e analisi Esg

Oltre all'analisi pura del business sottostante, una valutazione aziendale più accurata emerge anche attraverso l'analisi dei ambientali, sociali e di governance. Sebbene ognuna di queste voci sia importante e fondamentale, hanno precisato da Pictet AM, “quando si tratta di investire in aziende a conduzione familiare, la governance è fondamentale. Perché la governance è intrinseca nei valori e nella cultura di una società”. Tradotto in termini pratici, “utilizziamo diversi indicatori per individuare ciò che è accettabile e ciò che non lo è. Ad esempio, tolleriamo un livello molto contenuto di indipendenza del board dalle aziende a conduzione familiare, ma siamo molto più severi sulla composizione e sull'approccio dell'audit aziendale, sulla remunerazione e sui comitati di nomina”.   Fonte: Pictet Asset Management. Clicca sull'immagine per saperne di più

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti