Investire in rari beni da collezione, per ogni portafoglio: ecco come

Giulia Bacelle
Giulia Bacelle
1.6.2022
Tempo di lettura: 3'
Investire in rari beni di lusso potrebbe essere complicato per piccoli portafogli o in assenza di solidi contatti. Una start-up mira ad agevolare l’accesso degli investitori retail al mercato

Dall'opportunità di diversificazione del proprio portafoglio al piacere di possedere un raro bene da collezione, dai rendimenti annuali storicamente coerenti alla consapevolezza di far parte di una comunità che condivide le stesse passioni. Questo e altro si propone Konvi, la prima piattaforma paneuropea di crowd-investment che offre accesso ad asset alternativi tradizionalmente esclusivi per l'investitore retail 2.0. Con una missione: creare pari opportunità per appassionati o curiosi, indipendentemente dalle dimensioni del portafoglio. Con Lena Sonnen, Co-founder & managing director di Konvi, parliamo delle motivazioni (e gli obiettivi) dietro alla nascita di una interessante opportunità di investimento, oltre che a un’azienda giovane e motivata. 


Da dove viene l'idea di un business come Konvi? Quando avete pensato "fermi tutti: qui si nasconde un'opportunità interessante"? 

“Konvi è stata fondata nel 2020 nel mezzo della crisi del Covid-19 con la piena convinzione che tutti gli investitori al dettaglio debbano avere lo stesso accesso alle opportunità finanziarie dei grandi investitori quando si tratta di asset class. Io e i miei co-fondatori siamo noi stessi investitori retail con la passione per gli asset di lusso" spiega Sonnen. 

“Oltre a questo, c'è il concetto di diversificazione. Riviste di informazioni e manuali di economia evidenziano sempre quanto sia fondamentale diversificare il proprio portafoglio in modo che questo si adatti al profilo di rischio e garantisca la giusta stabilità e rendimenti. Tuttavia, in realtà, per i neofiti o per i piccoli investitori retail la maggior parte delle asset class che consentono una efficace diversificazione del portafoglio a causa della loro bassa correlazione con altri asset sono fuori portata. Ciò è dovuto alle alte barriere all'ingresso in termini di investimenti minimi per beni di lusso come orologi rari, vini pregiato, whisky, borse e così via. Tuttavia, questi beni di lusso possono avere rendimenti potenziali molto elevati. Ad esempio, sulla base dei rendimenti storici medi di alcuni dei nostri fornitori, gli orologi possono restituire il 15-20% annuo, i vini pregiati l'8-9% annuo e il whisky il 9-12% annuo”. 

“In linea con le recenti tendenze di democratizzazione del mercato azionario attraverso l'offerta di fractional ownership, riteniamo che sia giunto il momento che anche gli asset alternativi tradizionalmente esclusivi siano resi accessibili alla vasta popolazione. Soprattutto in tempi attuali con prospettive negative sui mercati azionari e tassi di inflazione allarmanti, gli investitori retail stanno cercando nuovi modi efficaci per diversificare la propria ricchezza e investire in attività che fungono eventuamente da copertura contro l’inflazione”. 


Perché avete scelto di dedicare gran parte della vostra attività agli orologi rari? 

"Konvi è progettato per diventare la piattaforma di attività alternativa one-stop-shop per qualsiasi asset class esclusiva ad alto rendimento a cui è difficile accedere per l'investitore medio" continua Sonnen. “Abbiamo inaugurato Konvi con un primo progetto focalizzato sull’investimento in orologi rari poiché questi sono una categoria estremamente interessante e ad alto rendimento. Inoltre, godiamo di una forte esperienza e di una solida rete di contatti in questo mercato. Sono poi seguiti abbastanza rapidamente gli investimenti in vini pregiati, così come nel whisky, un progetto lanciato di recente. Il nostro network ci aiuterà presto a lanciare nuove opportunità di investimento”. Potete darci qualche anticipazione a riguardo? "Diciamo solo che la nostra community potrà molto presto investire in auto d’epoca" rivela Sonnen. 


Parliamo ora di investitori. È più la passione per gli asset alternativi o la curiosità che li spinge a rivolgersi a Konvi? 

“Pensiamo che sia una combinazione di entrambi” prosegue Sonnen. “Gli investitori su Konvi sono spinti dalla motivazione di diversificare i propri portafogli finanziari con classi di attività che hanno caratteristiche diverse rispetto agli asset tradizionali come azioni, obbligazioni, criptovalute ecc. Questo può dare loro un portafoglio finanziario più forte durante le recessioni economiche e una maggiore stabilità durante l'inflazione elevata”. “Inoltre, molti investitori sono anche appassionati di asset rari e comprendono il ruolo della scarsità quando si parla di asset esclusivi e opportunità di investimento. Ad esempio, possedere di un orologio che esiste solo in altre 15 unità al mondo o addirittura un pezzo unico dà loro gioia. Questo è vero soprattutto quando è possibile vedere il proprio bene dal vivo in un museo Konvi o mostrarlo ai propri amici nell'app”. 


Konvi si rivolge a un investitore ‘ideale’? 

“Non esiste un investitore ideale quando si tratta di Konvi, poiché chiunque può investire in asset esclusivi attraverso la nostra app” precisa Sonnen. “In effetti, la nostra missione è identificare un investitore ‘tipico’, più che ideale. Per citarne alcuni obiettivi: diversificazione del portafoglio finanziario esistente spostando il 10-20% su attività alternative, profilo di rischio medio-basso e orizzonte di investimento a lungo termine da 3 a 5 anni”. 


Qual è l'oggetto più prezioso che avete nel vostro portafoglio? 

"Il primo orologio finanziato dalla comunità di Konvi è stato un orologio Cartier ultra raro chiamato Cartier XL Tortue High Complication Platinum, che esiste solo in 15 pezzi al mondo e ha un prezzo consigliato al pubblico di 500 mila dollari” conclude Sonnen.

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti