Non troppo cara, né lontana: sfatiamo i miti sul comprare casa a Dubai

Giulia Bacelle
Giulia Bacelle
21.1.2022
Tempo di lettura: '
Quanto costa acquistare un immobile a Dubai? Come gestire una casa a sei ore di volo dall’Italia? Quanto conta la fortuna negli investimenti? Tutte domande cui le risposte sono spesso offuscate da pregiudizi e falsi miti
“L'immaginario collettivo, negli anni, ha coltivato la credenza che Dubai sia un mondo dedicato solo a privilegiati e grandi capitali. Al contrario: l'emirato è una reale possibilità per tutti coloro che cercano delle occasioni importanti per raggiungere i propri obiettivi”. A spiegarlo è Fabio Raffaeli, Fondatore di InvestireaDubai.com, che sottolinea come il mercato immobiliare del paese rappresenti una opportunità di investimento concreta, grazie a un contesto fertile dal punto di vista economico e a vantaggi fiscali e legislativi. Ciò nonostante, un vasto numero di falsi miti aleggia ancora, come quelli che vedono Dubai come una destinazione troppo cara o lontana. Sfatiamo insieme 5 di essi.

Comprare casa a Dubai, 5 miti da sfatare


 1. Per comprare casa a Dubai servono grandi capitali


Falso. “Contrariamente a quanto si pensa, l'acquisto di un immobile a Dubai richiede un investimento minore rispetto a quello necessario per Montecarlo, ma persino per Milano” spiega Raffaeli. Secondo dati Numbeo a gennaio 2022, il prezzo per metro quadro di un appartamento in centro a Dubai è infatti del 96% inferiore che a Montecarlo e del 60% che a Milano, rispettivamente 3,087 mila euro, 7,641 mila euro e 74,000 mila euro. “Ma non è tutto: nell'emirato è possibile acquistare immobili dalle società di costruzione con piani di pagamento dilazionati e che in alcuni casi possono essere successivi alla data di consegna dell'immobile. Un aspetto centrale, anche se sottovalutato, che permette di realizzare un investimento importante utilizzando meno liquidità iniziale e che consente all'immobile di acquisire valore ancora prima di averlo finito di pagare. Senza contare il caso in cui l'appartamento fosse messo in affitto, potendo così percepire una rendita per coprire il piano dilazionato post consegna”.

2. Accedere alle linee di credito è difficile


Falso. “L'acquisto di un immobile a Dubai garantisce il facile e veloce accesso a mutui e altre forme di finanziamento da parte di banche e istituti di credito anche se l'acquirente è residente in Italia” aggiunge Raffaeli.

3. Dubai è una destinazione troppo lontana


Falso. “Con circa 6 ore di volo a separare Italia e Dubai, si potrebbe pensare che il tempo e il lavoro necessario per gestire un investimento immobiliare all'estero siano di molto superiori alla norma” continua Raffaeli. “Tuttavia, molte delle persone rinunciano in partenza perché non hanno semplicemente ricevuto tutte le informazioni a disposizione. In questo caso, delegare è la parola d'ordine: esistono società il cui business è la gestione di appartamenti e ville, sia che si decida di mettere in affitto l'immobile che durante la sua compravendita”.

4. L'immobiliare non è un investimento sicuro dopo la bolla del 2008


Falso. “Proprio come la borsa, i beni immobili hanno i loro saliscendi. Tuttavia, tali movimenti sono più graduali nell'economia di Dubai e nel paese gli investimenti nel real estate mostrano dinamiche più prevedibili rispetto ad altre tipologie” ricorda Raffeli.

5. Le persone devono essere fortunate con i loro investimenti


Falso. “Sebbene un po' di fortuna possa aiutare, realizzare investimenti immobiliari di successo non dipende dalle stelle, ma dal condurre ricerche meticolose e dall'effettuare decisioni ponderate in seguito alle quali la fortuna avrà poco a che fare con i rendimenti ottenuti. Rispetto ad altri investimenti, il real estate è uno dei pochi settori che ha le caratteristiche necessarie per creare ricchezza in modo sistematico, automatico e dal valore equivalente al denaro” conclude Raffaeli. “Bisogna ricordare che una proprietà immobiliare è anzitutto un capitale: può essere convertito in soldi, utilizzato come garanzia o paracadute, messo a reddito o diventare un brand a sua volta vendibile. Può essere parallelo, complementare o intrinseco a ogni tipologia di business e, al contrario della parola 'immobile', è un investimento dinamico e adattabile alle esigenze”.

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti