Otto racconti da Galleria Continua: Beijing

Tempo di lettura: 3'
Con ben otto sedi sparse in giro per il globo, la prima in ordine di tempo è a San Gimignano e l’ultima a Dubai in formula di temporary exhibition space, Galleria Continua intercetta le tendenze internazionali, scopre artisti talentuosi e fa crescere quelli già affermati. Il tutto lo fa prima degli altri e spesso anche meglio
La sua storia sembra tratta da un film sull'amicizia e sul coraggio. Con una forte propensione all' “inconsueto”, all'“esplorazione culturale” e al “mai fatto prima” la galleria porta avanti progetti visionari con cuore e un pizzico di follia. Spiazza e conquista. Amatissima dai collezionisti, ambita dagli artisti e stimata dagli addetti ai lavori la galleria occupa un ruolo primario nel panorama dei “mercanti innovatori”. Si lega perfettamente al territorio e restituisce sempre ciò che riceve. Un esempio ben riuscito di mercato, passione, scoperta e sperimentazione…
Conoscere meglio Galleria Continua vuol dire conoscere meglio il sistema e i suoi protagonisti. Punto di riferimento imprescindibile per chi ama l'arte, la colleziona o la acquista anche solo per investimento.
Otto appuntamenti per capire il suo mondo. Otto storie per conoscere i suoi talenti. Otto consigli per entrare nel mercato.


(TRACES OF WIND, 2022), exhibition views, Galleria Continua, Beijing
Courtesy: Giovanni Ozzola and GALLERIA CONTINUA. Photo by: Dong Lin



1. Sede: Beijing


Nel 2004, è stata la prima galleria d'arte straniera ad esporre un programma internazionale in Cina e nel 2005 ha aperto il suo spazio espositivo a Pechino. L'interesse per questo paese è nato dalla solida amicizia tra Lorenzo, Mario e Maurizio, i fondatori della galleria, e l'artista Chen Zhen.
“Siamo rimasti profondamente colpiti da quel mondo in ebollizione e ci è venuta una gran voglia di restarci in modo duraturo, aprendo una galleria per mostrare il lavoro degli artisti occidentali, in gran parte sconosciuto là, ma verso il quale i cinesi hanno mostrato un'insanabile curiosità. Lo scopo primario è creare uno scambio culturale, una via per comunicare e arricchirci attraverso le diversità.” Mario Cristiani, Lorenzo Fiaschi, Maurizio Rigillo (fondatori Galleria Continua)


(TRACES OF WIND, 2022), exhibition views, Galleria Continua, Beijing
Courtesy: Giovanni Ozzola and GALLERIA CONTINUA. Photo by: Dong Lin



2. Eventi in programma


Il 15 gennaio 2022 Galleria Continua Beijing ha inaugurato “Traces of Wind”, una mostra personale dell'artista italiano Giovanni Ozzola, dopo il grande successo dell'artista in una precedente mostra allo Shanghai 166 Art Space nel 2021.
Giovanni Ozzola consiglia al pubblico di “andare a vedere questa mostra da soli”. Nel teatro di immagini creato dall'artista, il pubblico si confronterà con il mondo naturale e con un ritrovato sentimento di solitudine.


(TRACES OF WIND, 2022), exhibition views, Galleria Continua, Beijing
Courtesy: Giovanni Ozzola and GALLERIA CONTINUA. Photo by: Dong Lin



3. L'artista rappresentativo


Giovanni Ozzola è nato nel 1982 a Firenze, Italia e attualmente vive e lavora a Tenerife, Isole Canarie. È un artista multidisciplinare che lavora principalmente con fotografia, video e installazione. I suoi principali interessi tematici risiedono nel concettualizzare e nel rappresentare l'esplorazione geografica ed introspettiva.


Giovanni Ozzola. Courtesy : Oak Taylor-Smith


Giovanni Ozzola ha iniziato la sua carriera nel 2001 partecipando alla mostra collettivaHappiness: A Survival Guide for Art and Life”, curata da David Elliott e Pier Luigi Tazzi, al Mori Art Museum di Tokyo in Giappone. Da allora Giovanni Ozzola ha esposto il suo lavoro presso numerose istituzioni pubbliche e private internazionali, tra queste: MAC - Museo De Arte Contemporaneo De Sao Paulo, GangnamGu a Seoul, Habitat Art Space a Shanghai, Foundation Louis Vuitton a Parigi, Palazzo Mazzarino a Palermo (evento collaterale MANIFESTA 12), MAXXI - Museo Nazionale delle Arti del XXI Secolo di Roma, per menzionarne alcune.


Azul. Courtesy: Giovanni Ozzola and GALLERIA CONTINUA. Photo by Giovanni Ozzola



4. Mercato: posizionamento e quotazioni


Le opere di Giovanni Ozzola parlano un linguaggio universale, trattano di natura e vita, e riescono a suscitare l'interesse di un pubblico giovane ed attrarre le nuove generazioni di collezionisti.
La sua quotazione varia tra 2.000€ e 60.000€.


Mirarme en tus ojos. Courtesy: Giovanni Ozzola and GALLERIA CONTINUA. Photo by Giovanni Ozzola



5. Ricerca: una frase esemplificativa


“Sì, penso che il mio lavoro non sia "produrre un'immagine", è un' in-situ-tallazione con luce e tempo, che combina specifici tempi e spazi con la coscienza dello spettatore.” Giovanni Ozzola


6. Prossimo appuntamento: Parigi


 

alessandro@we-wealth.com
Opinione personale dell’autore
Il presente articolo costituisce e riflette un’opinione e una valutazione personale esclusiva del suo Autore; esso non sostituisce e non si può ritenere equiparabile in alcun modo a una consulenza professionale sul tema oggetto dell'articolo. WeWealth esercita sugli articoli presenti sul Sito un controllo esclusivamente formale; pertanto, WeWealth non garantisce in alcun modo la loro veridicità e/o accuratezza, e non potrà in alcun modo essere ritenuta responsabile delle opinioni e/o dei contenuti espressi negli articoli dagli Autori e/o delle conseguenze che potrebbero derivare dall’osservare le indicazioni ivi rappresentate.
Specializzato in diritto tributario presso la Business School de Il Sole 24 ore e poi in diritto e fiscalità dell’arte, dal 2004 è iscritto all’Albo degli Avvocati di Milano ed è abilitato alla difesa in Corte di Cassazione. La sua attività si incentra prevalentemente sulla consulenza giuridica e fiscale applicata all’impiego del capitale, agli investimenti e al business. E’ partner di Cavalluzzo Rizzi Caldart, studio boutique del centro di Milano. Dal 2019 collabora con We Wealth su temi legati ai beni da collezione e investimento.

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti