Dieci consigli per investimenti a prova di incertezza

Giulia Bacelle
Giulia Bacelle
14.9.2020
Tempo di lettura: 3'
La crisi genera opportunità, soprattutto per chi sa affrontare i momenti di incertezza. E ciò è valido anche nel mondo degli investimenti, dove la precarietà futura può provocare (troppa) emotività a discapito di una solida strategia. A riguardo, ecco dieci consigli da Capital Group
“Di doman non c'è certezza”, scriveva Lorenzo de' Medici attorno al 1490, invitando per i secoli a venire i suoi ascoltatori e lettori a non lasciarsi sfuggire le opportunità proposte dalla vita. Una massima che, sebbene in un contesto diverso, ben si applica al momento storico odierno. La pandemia da Covid-19 ha infatti scosso diverse certezze e abitudini della società: essere coscienti della fugacità del quotidiano può portare ad agire con maggiore consapevolezza, anche nel mondo degli investimenti.

Una lezione imparata anche da Claudia Huntington, equity portfolio manager di Capital Group con 47 anni di esperienza nel mondo degli investimenti e innumerevoli scelte di successo alle spalle. Prossima a lasciare la staffetta alle generazioni più giovani, Huntington ha condiviso con loro in questi mesi dieci consigli per affrontare al meglio i momenti di incertezza nei mercati finanziari. “Le mie prime esperienze lavorative mi hanno insegnato che questo è un settore molto volatile. Capital Group ha imparato a gestire i periodi più volatili e a vedere i ribassi del mercato come opportunità”, condivide Huntington.

Dieci consigli che si possono tradurre in un solo concetto generale: scegliere di concentrarsi sempre sul lungo termine, mantenendo la calma. “Ho imparato che questo settore è più un'arte che una scienza. All'inizio della mia carriera pensavo fosse principalmente una questione di calcoli e di perfezionamento del mio modello di investimento. Certamente i calcoli servono, ma più investi più realizzi che si tratta di prendere decisioni, sulle persone e sul futuro”, sottolinea Huntington. Ecco quindi i suoi dieci consigli.

Dieci consigli per affrontare l'incertezza dei mercati



  1. Condurre analisi di scenario. “Non è una previsione ma un possibile sviluppo futuro”, precisava l'economista americano Michael E. Porter nel 1985. Meditare sulle conseguenze di un possibile evento futuro renderà più facile reagire nel caso in cui questo evento si realizzi.

  2. Fare attenzione ai bilanci delle aziende. I numeri possono veicolare maggiore trasparenza. Capace di fornire una panoramica completa sulla gestione aziendale, il bilancio aziendale fotografa il più possibile lo stato di salute di un'impresa.

  3. Mantenere vivo il dialogo con le aziende, comprendendo che queste possono anche non sapere più di quanto già sai. In generale, per Huntington è fondamentale instaurare un dialogo aperto e sincero con le aziende e i loro amministratori – soprattutto se il focus è di lungo termine. “Le nostre migliori decisioni di investimento avvengono quando siamo sulla stessa lunghezza d'onda del management. In questo modo guadagniamo una comprensione più profonda del loro talento e delle probabilità con cui potranno affrontare i rischi con successo e implementare la propria strategia”, aggiunge Huntington.

  4. Non soffermarsi sulle performance passate dei mercati. L'affermazione “i successi del passato non sono garanzia delle performance future” è da tenere bene a mente quando si decide di investire. Ma anche essere consapevoli del contrario – che gli insuccessi del passato non sono garanzia delle performance future – è fondamentale.

  5. Sforzarsi di cercare nuove opportunità guardando dietro l'angolo. “Non ci sono certezze riguardo al futuro, quindi bisogna cercare di guardare dietro l'angolo”, continua Huntington. Non aspettare quindi i prossimi trend, ma ricercare attivamente i protagonisti del futuro.

  6. Tenere in libreria il libro Lessons of History di Will e Ariel Durant. Gli autori “hanno tenuto traccia di quegli eventi e commenti che potrebbero illuminare le vicende del presente, le probabilità future, la natura dell'uomo e la condotta dei paesi”. Il volume, uscito nel 1968, esamina oltre 5 mila anni di storia da dodici punti di vista: geografia, biologia, etnografia, il carattere umano, morale, religione, economia, socialismo, governi, guerra, crescita/decadenza e progresso.

  7. Ricordare che vi sono opportunità per investire anche quando la paura è agli apici. E a tal proposito la cultura aziendale di Capital Group aiuta. Da un lato, i gestori sono spinti a guardare sempre al lungo periodo grazie a incentivi crescenti fino anche a otto anni dalla decisione di investimento. Dall'altro, le idee solitarie sono sempre prese in considerazione tra colleghi piuttosto che essere oscurate dalla ricerca di un consenso generale.

  8. Scrivere una lista di desideri e preoccupazioni aggiornandola quotidianamente. Mettere nero su bianco pensieri e obiettivi può aiutare a razionalizzare anche nei momenti di maggiore emotività. “La cosa più semplice da fare durante una crisi è congelarsi, quindi molti dei miei consigli cercano di aiutare i colleghi a gestire le emozioni e agire”, aggiunge Huntington.

  9. Parlare sempre con qualcuno, l'ironia aiuta. Come con le aziende, mantenere un dialogo aperto aiuta – anche solo a distrarsi per qualche istante e a vedere l'altro lato della medaglia.

  10. Pensare ai segni di ripresa che potrebbero rendere il futuro meno pauroso, soprattutto durante i momenti più cupi. “Quando ho iniziato la mia carriera, non c'erano telefoni cellulare, internet, computer portatili. Sono certa che negli anni a venire ci saranno balzi in avanti della stessa portata”, sostiene Huntington. Tra i trend più interessanti accelerati dal Covid-19, “la sanità, non solo nella creazione di nuove cure e farmaci ma anche nella telemedicina. I pazienti saranno monitorati, diagnosticati e curati da lontano”.

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti