La sostenibilità è di casa in BNL BNP Paribas Life Banker

Giulia Bacelle
Giulia Bacelle
15.2.2022
Tempo di lettura: 3'
Attenzione non fa sempre rima con sottoscrizione. Tradurre in investimenti la sempre maggiore sensibilità dei risparmiatori verso gli impatti su ambiente e società, non è sempre scontato. Con BNL BNP Paribas Life Banker parliamo di come i consulenti possano agevolare questo percorso virtuoso di presa coscienza e azione concreta
Cresce la sensibilità degli italiani nei confronti dei prodotti finanziari sostenibili. Tuttavia, questa spesso non coincide con una più profonda consapevolezza, e quest'ultima spesso si scontra con un ancora presente scetticismo da parte degli investitori. La professione del consulente finanziario può essere la vera e propria discriminante nell'accompagnare anche i risparmiatori più perplessi verso benefici concreti sul medio-lungo periodo, sia per il proprio portafoglio che per ambiente e società. Ne parliamo con Luca Romano, Deputy Head di BNL BNP Paribas Life Banker.

 

Secondo una recente indagine condotta dal Forum per la Finanza Sostenibile, il 77% dei risparmiatori italiani conosce i prodotti finanziari sostenibili e il 18% li ha già scelti. Discriminante in tal senso è il rivolgersi o meno a un consulente finanziario, dato che l'87% dei sottoscrittori di prodotti Sri si interfaccia con questa figura. Qual è l'opinione dei vostri Life Banker in tal senso, confrontando anche la crescita e il successo di tali prodotti negli anni?


La conoscenza degli investimenti sostenibili è particolarmente diffusa in Italia, ma è evidente che c'è un'enorme differenza fra la sensibilità dichiarata dai clienti in materia e l'effettiva e coerente attivazione delle risorse sui relativi strumenti finanziari. Questo significa altresì che esiste un grande potenziale di crescita per la finanza sostenibile e che la chiave sta nel riuscire a convertire concretamente questa sensibilità diffusa. Gli investitori sono desiderosi di comprendere meglio cosa c'è dietro gli investimenti sostenibili e si aspettano di ricevere informazioni in primo luogo dai loro consulenti finanziari. Se redditività e sicurezza costituiscono due elementi fondamentali nelle decisioni di investimento, chi meglio del consulente può affrontare questi argomenti, coniugandoli alla sostenibilità e dimostrando che la scelta di un investimento ESG non pregiudica affatto gli obiettivi di performance?
I nostri Life Banker da tempo ormai guardano con interesse agli investimenti ESG, avendo la fortuna di appartenere ad un Gruppo tra i più attenti e credibili su queste tematiche e distante da fenomeni di Greenwashing. I nostri consulenti hanno ben chiaro come performance e impatto positivo su ambiente, società e governance vadano assolutamente a braccetto, soprattutto in un'ottica di medio-lungo periodo.

 

Qual è il valore aggiunto di affidarsi a un consulente finanziario quando parliamo di prodotti sostenibili?


Il consulente finanziario può svolgere un ruolo sociale importantissimo nell'indirizzare gli investimenti dei risparmiatori verso la crescita sostenibile. In BNL-BNP Paribas abbiamo definito il Life Banker come un ambasciatore della sostenibilità verso i clienti, sia per accrescerne la conoscenza in materia di opportunità di investimento, sia la consapevolezza in termini di impatto sociale e ambientale.
Rivolgersi a un consulente significa affidarsi a un professionista in grado di mettere in connessione profili di rischio, obiettivi, orizzonti temporali e impatto delle scelte di investimento, garantendo la massima consapevolezza e condivisione.

 

BNL Life Banker fa parte di un Gruppo molto attento alle tematiche di sostenibilità. Come si concretizza l'impegno della Rete da questo punto di vista?


La Sostenibilità è al centro della strategia del nostro Gruppo. La Mission di BNP Paribas, banca europea leader nella finanza sostenibile, è chiaramente definita nel suo scopo aziendale: "Essere la banca di un mondo che cambia". In quanto banca integrata e diversificata con competenze locali e una dimensione internazionale, siamo in grado di supportare i nostri clienti nel loro percorso verso lo sviluppo sostenibile. Aver recentemente ottenuto il riconoscimento come The world's best bank for sustainable finance 2021, riflette gli impegni del Gruppo verso una transizione responsabile, in un momento in cui i mercati internazionali intensificano i loro sforzi nella finanza sostenibile.
In ogni entità del gruppo BNP Paribas gli obiettivi industriali hanno come driver la crescita sostenibile, con politiche commerciali e di investimento fortemente ancorate a quei parametri che mirano a risaltare l'impatto positivo in termini ESG.
Continuiamo a puntare molto sulla formazione sulle tematiche di sostenibilità, promuoviamo dinamiche di affiancamento e rinnovamento generazionale dei nostri consulenti, oltre al fatto che, come per tutto il Gruppo, per noi l'inclusività e la diversità sono un valore fondamentale perché accrescono la nostra capacità competitiva.
Parlando del Gruppo, vorrei poi sottolineare l'impegno di BNP Paribas Asset Management, che da oltre 15 anni pone la sostenibilità al centro della strategia di investimento, vantando una posizione di leadership in tema di investimenti sostenibili, con la sua costante ricerca ed integrazione ESG nei processi di investimento, offrendo una completa gamma di fondi tematici e Impact, anche mediante l'attività di Engagement con gli emittenti e le istituzioni. Al suo interno può contare su un team multidisciplinare di esperti professionisti nel campo ESG – il Sustainability Center - con esperienza finanziaria, economica e legale in materia, in grado di supportare i team di investimento e tutti le funzioni del Gruppo.

 

L'evoluzione normativa a livello europeo in quanto a sostenibilità è sempre più veloce. A quasi un anno dall'entrata in vigore della Sfdr e in vista del lancio della Tassonomia Eu, in che modo aiutate i vostri consulenti a restare aggiornati?


La materia è molto complessa ed in continua evoluzione. La regolamentazione europea richiede una costante attenzione e un continuo aggiornamento. Per i Life Banker la formazione e la competenza sono i requisiti chiave del successo con i clienti. Per questo motivo, proprio recentemente abbiamo lanciato il primo Master sugli investimenti sostenibili ESG in collaborazione con BNP Paribas AM che, per la creazione dei contenuti, si è avvalsa del Sustainability Center interno e dell'expertise del Gruppo in materia.  La qualità del corso è tale che è stato anche certificato da EFPA come Corso ESG valido ai fini della qualifica di EFPA ESG Advisor.
I diversi contenuti formativi trattano i vari argomenti legati al mondo degli investimenti sostenibili, quali ad esempio: i concetti base di sostenibilità, l'evoluzione storica della materia, l'integrazione dei criteri extra finanziari ESG nelle strategie di investimento, la regolamentazione europea, la profilazione ESG, gli obiettivi di sviluppo sostenibile dell'ONU, nonché i pilastri della strategia globale di sostenibilità, le attività di Engagement e Stewardship, i benchmark ESG, etc…
Insomma, un vero e proprio quadro completo della situazione fotografata al momento, con la consapevolezza che bisognerà sempre mantenersi aggiornati.

 

Parliamo delle iniziative di BNL Life Banker per i consulenti e i clienti a tema sostenibilità. Qualche informazione riguardo al progetto Academy (o anticipazione, se ancora da avviare)?


Oltre al Master offerto ai Life Banker, che andrà in graduale estensione a tutta la Rete, sono già diversi anni che nelle nostre Academy finanziarie parliamo con i nostri clienti e consulenti delle tematiche di sostenibilità, proprio con l'obiettivo di accrescere la sensibilità e la consapevolezza su questi argomenti e conseguentemente sulle scelte di investimento.
Nelle ultime tappe dell'Academy 2021, ad esempio, abbiamo affrontato, mediante il confronto nelle consuete tavole rotonde frequentate da nostri primari partner commerciali, i temi legati all'Agenda 2030, come ad esempio la decarbonizzazione, riscontrando un notevole interesse dei partecipanti.
Non è solo un tema di investimenti, ma di approccio, filosofia e stile di vita sui quali sempre più persone si trovano a voler individuare soluzioni consapevoli. Fabbisogni finanziari, iniziative imprenditoriali, impegni e sensibilità debbono combinarsi in modo armonico e coerente se vogliamo ambire ad un futuro migliore anche per le prossime generazioni.
E, come da tradizione, anche nel 2022 proseguiremo con le nostre Academy Life Banker con diverse tappe nelle città italiane, dove auspichiamo di poter essere sempre più presenti, con un contesto sanitario finalmente più favorevole.

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti