Italia, medaglia d'argento negli investimenti Esg in Europa

Giulia Bacelle
Giulia Bacelle
26.2.2021
Tempo di lettura: 3'
Nuove normative europee, maggiore consapevolezza e fondamentali comprovati: sono questi i principali driver di crescita degli investimenti Esg, che negli ultimi due anni hanno triplicato la propria raccolta netta
Manca meno di un mese all'entrata in vigore della normativa europea di primo livello per la rendicontazione finanziaria Esg. Da un lato, con la Sustainable finance disclosure regulation (Sfdr), dal prossimo 10 marzo, i partecipanti ai mercati finanziari e i consulenti finanziari avranno obblighi informativi dal punto di vista ambientale, sociale e di governance nei confronti dei propri investitori e clienti; dall'altro, i risparmiatori potranno finalmente rapportarsi agli strumenti Esg attraverso standard definiti che andranno ad aumentare la trasparenza dei prodotti finanziari e a diminuire i rischi legati al greenwashing. Il regolamento è l'ultimo passo avanti nei confronti della sostenibilità nel mondo degli investimenti, ma la strada è ancora lunga: a che punto siamo nella rivoluzione degli investimenti Esg? Ne ha parlato Luca Giorgi, Head of iShares and Wealth di BlackRock Italia, Grecia e Malta nel corso dell'evento “Sostenibilità: la nuova strada negli investimenti”, appuntamento chiave della BlackRock Investment Week, conclusasi qualche giorno fa.

Raccolta Esg, numeri triplicati nell'arco di due anni


Il 2020 è stato un anno importante per la sostenibilità. Il trend, che era già in corso negli ultimi anni, ha accelerato la propria crescita. Basti pensare che nell'anno appena concluso, la raccolta netta dei fondi Esg è triplicata rispetto ai livelli del 2018, raggiungendo quota 309 miliardi di dollari contro i 75 miliardi di dollari iniziali. Negli investimenti sostenibili l'Europa è leader mondiale, con circa 1,033 miliardi di dollari in masse gestite (l'82% del dato globale, 1,258 mila miliardi di dollari)1. Il trend, nato nei paesi nordici, vede ora il coinvolgimento centrale di paesi come Francia (al primo posto tra i paesi europei per masse sostenibili, con 199 miliardi di dollari, e per raccolta sostenibile, con 34 miliardi di dollari), Svezia, Svizzera e Regno Unito2.

Investimenti Esg, a che punto è l'Italia?


Anche l'Italia non delude: inizialmente poco coinvolti nelle tematiche della sostenibilità, gli investitori italiani hanno progressivamente dimostrato un cambio netto di preferenze nel corso dell'ultimo anno, spingendo l'Italia a posizionarsi al secondo posto nella classifica dei paesi europei in cui la raccolta sostenibile è maggiormente cresciuta in un anno (30 miliardi di dollari a novembre 2020 contro i 15 miliardi del 2019)3. “Il nostro paese sta facendo la differenza: non soltanto può contare sull'offerta di più strumenti finanziari sostenibili, sia attivi che indicizzati, da parte dei principali gestori, ma vede anche una richiesta sempre crescente per questo tipo di prodotti da parte dei singoli investitori”, spiega Giorgi.

Consapevolezza in crescita anche nei consulenti


Anche tra i consulenti è aumentata la consapevolezza che l'integrazione di prodotti a stampo Esg all'interno delle soluzioni di investimento offerte ai propri clienti sia correlata con una maggiore performance. Infatti “nel primo trimestre del 2020, quando i mercati registravano picchi altissimi di volatilità, il 94% degli indici sostenibili ha effettivamente battuto i propri corrispettivi tradizionali4”, continua Giorgi. Così, secondo un sondaggio condotto da BlackRock, il 58% dei 735 consulenti interpellati investe attualmente oltre il 20% dei propri asset in strategie sostenibili, mentre il 91% prevede di aumentare tale allocazione nel corso del 20215.

Investimenti Esg, i tre driver per il 2021


La sostenibilità negli investimenti è quindi un tema destinato a durare nel lungo termine. Nel 2021 saranno tre i principali driver per il settore: un nuovo framework normativo, composto dall'Eu Taxonomy for sustainable activities (in vigore dal 31 dicembre 2021) e dal Sfdr; da fondamentali comprovati; e da una maggiore consapevolezza, senza dubbio alimentata dal Covid-19, sull'insostenibilità del modello di crescita economica di lungo periodo. “Dal 2030 in poi, infatti, l'assenza di azioni dal punto di vista climatico rappresenterà una significativa decelerazione nel ritmo di espansione dell'attività economica, via via che i costi associati alla non sostenibilità ambientale ne rallenteranno la spinta”, conclude Giorgi.

Siamo ancora a metà della rivoluzione sostenibile nel mondo degli investimenti, ma il trend dovrà crescere a ritmi sempre costanti per raggiungere gli obiettivi di zero emissioni nette fissati dalle agende dei governi di tutto il mondo. In questo contesto vi sarà chi dovrà “impegnarsi” maggiormente, come il mondo del debito, tradizionalmente più brown rispetto a quello dell'equity, generalmente rappresentato da società a impatto ambientale ridotto.


 

 

1 Morningstar, Global Sustainable Flows Report. Dati al 30 settembre 2020
2 Saleswatch, dati al 30/11/2020. I dati tengono conto della raccolta di asset manager domestici e cross-border, inclusi i FOFs
3 Saleswatch, dati al 30/11/2020. I dati tengono conto della raccolta di asset manager domestici e cross-border, inclusi i FOFs
4 Sustainable investing: Resilience amid uncertainty, BlackRock, June 2020
5 Blackrock, 735 intervistati in Italia tramite BlackRock Advisory Elite. Dati al 15/01/2021

Rischi
Capitale a rischio. Il valore degli investimenti e il reddito da essi derivante sono soggetti a oscillazioni al rialzo o al ribasso e non sono garantiti. L'investitore potrebbe non recuperare l'importo inizialmente investito.
La performance passata non è un indicatore affidabile dei risultati presenti o futuri e non dovrebbe essere l'unico fattore da considerare quando si seleziona un prodotto o una strategia. Eventuali variazioni dei tassi di cambio possono causare la diminuzione o l'aumento del valore dell'investimento. Le oscillazioni possono essere particolarmente marcate nel caso di un fondo ad alta volatilità e il valore dell'investimento potrebbe registrare ribassi improvvisi e importanti. I livelli e le basi di imposizione possono di volta in volta subire variazioni.

Informativa di Legge
Pubblicato da BlackRock (Netherlands) B.V., autorizzata e disciplinata dall'Autorità per i mercati finanziari olandese. Sede legale: Amstelplein 1, 1096 HA, Amsterdam - Tel.: 020 – 549 5200 - Tel.: 31-20-549-5200. Iscrizione al Registro delle Imprese n. 17068311. A tutela dell'utente le telefonate potranno essere registrate.
Qualsiasi ricerca riportata nel presente documento è stata fornita e potrebbe essere stata eseguita da BlackRock per finalità interne. I risultati di tale ricerca sono resi disponibili esclusivamente in via accessoria. Le opinioni espresse non costituiscono una consulenza all'investimento o di altro tipo e sono soggette a variazioni. Esse non riflettono necessariamente le opinioni di qualsiasi società del Gruppo BlackRock o di qualsiasi parte dello stesso e non se ne garantisce l'accuratezza. Il presente documento ha esclusivamente finalità informative, pertanto non costituisce un'offerta o una raccomandazione a investire in fondi BlackRock e non è stato redatto in relazione a tale tipo di offerta.

© 2021 BlackRock, Inc. Tutti i diritti riservati. BLACKROCK, BLACKROCK SOLUTIONS, iSHARES, BUILD ON BLACKROCK, SO WHAT DO I DO WITH MY MONEY, sono marchi registrati o non registrati di BlackRock, Inc. o societa' consociate o affiliate negli Stati Uniti o altrove. Tutti gli altri marchi appartengono ai rispettivi proprietari.

Cosa vorresti fare?

X
I Cookies aiutano a migliorare l'esperienza sul sito.
Utilizzando il nostro sito, accetti le condizioni.
Consenti